Napoli, le dimissioni di Realfonzo indagine della Finanza sui conti del Comune

20091211_realfonzo.jpg

NAPOLI (11 dicembre) – All’origine delle dimissioni dell’assessore Realfonzo potrebbero esserci inchieste sul bilancio del Comune. L’assessore aveva deciso di non iscrivere nel bilancio del 2008 182 milioni di euro quali «residui attivi», vale a dire multe e fitti non riscossi e dichiarati perciò inesigibili. Ora quella manovra consuntiva è nel mirino della Corte dei Conti che intende fare chiarezza sui motivi della decisione dell’assessore. Realfonzo ha perciò inviato un dossier alla magistratura contabile spiegando la sua decisione: meglio ritenere inesigibili i 182 milioni di credito piuttosto che iscriverli a bilancio come voce attiva, e ciò per evitare il rischio del falso in bilancio gonfiando le voci con introiti fantasma. Il j’accuse d’addio dell’assessore dimissionario è già al vaglio anche della Procura. La Iervolino: «Mi pare che Realfonzo abbia la mania di Robin Hood». Ora si attendono gli sviluppi sia giudiziari che politici della vicenda con la scelta del successore di Realfonzoilmattino.it

Napoli, le dimissioni di Realfonzo indagine della Finanza sui conti del Comuneultima modifica: 2009-12-11T11:06:00+01:00da michelepositano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento