Berlusconi: io super forte e con le palle…

Berlusconi

“Abbiamo una maggioranza coesa e forte e un premier super. C’è una sinistra che ha attaccato il presidente del Consiglio su tutti i fronti inventandosi delle calunnie su tutti i fronti”

Abbiamo una maggioranza coesa e forte e un premier super. C’è una sinistra che ha attaccato il presidente del Consiglio su tutti i fronti inventandosi delle calunnie su tutti i fronti”. Silvio Berlusconi parla al congresso del Ppe a Bonn sulla situazione italiana. “Chi crede in me è ancora più convinto. Tutti si dicono: ‘Dove si trova uno forte e duro con le palle come Silvio Berlusconi'”.

La sinistra è allo sbando e cerca di avere ragione attraverso i processi”, accusa il premier. “Nel nostro Paese succede un fatto particolare. La costituzione italiana dice che la sovranità appartiene al popolo, il popolo vota, il Parlamento fa le leggi ma queste non piacciono al partito dei giudici della sinistra. Il partito dei giudici di sinistra – continua Berlusconi – si è rivolto alla Consulta che è composta da 11 membri su 15 da componenti di sinistra e abroga le leggi fatte. In sostanza la sovranitè è passata dal Parlamento al partito dei giudici”. Il Cavaliere cita in particolare la bocciatura del Lodo Alfano: “Anche questa legge è stata abrogata e in pratica è ricominciata la caccia all’uomo da parte dei pm”, spiega Berlusconi. “In Italia – conclude Berlusconi – i giornali, composti per l’80% da gente di sinistra, rappresentano una realtà completamente diversa”. E ancora: “La Corte Costituzionale non è più un organo di garanzia ma in Italia è diventato un organo politico”.

Ho oltre il 60% degli apprezzamenti. Fino a qualche tempo fa il mio apprezzamento era al 68%” grazie alla risoluzione del problema dei rifiuti a Napoli e al lavoro del governo in Abruzzo. “Poi – ha spiegato il premier al congresso del Ppe a Bonn – la sinistra ha cominciato con le sue calunnie che comunque mi hanno soltanto rafforzato”.

FORZA ARMATA EUROPEA. “Possiamo dare un impulso veramente importante all’Europa. Vediamo di essere protagonisti anche nella politica estera dove abbiamo parlato con troppe voci dievrse. E’ necessario inserirsi nel dialogo a due tra Cina e Stati Uniti”. Silvio Berlusconi interviene al congresso del Ppe in corso a Bonn per sottolineare l’importanza che l’Europa parli “con una sola voce in Europa, nel Parlamento”. Il premier chiede “una politica comune anche per l’energia. Dobbiamo preoccuparci – dice – di diversificare le fonti”. Poi sulle politiche dell’immigrazione: “Non devono essere solo i Paesi del mediterraneo a farsi carico del problema”. Infine – rimarca il Cavaliere nel suo intervento – è necessaria “una politica comune della difesa. Abbiamo – spiega il premier – una spesa che da anni puo’ essere ridotta. Occorrono delle forze armate europee che possono inserirsi nella Nato ed essere portatori di pace. Oggi – conclude Berlusconi – andiamo troppo divisi” anche “rispetto alle richieste di Obama”. “Dobbiamo parlare con una voce sola”, ripete Berlusconi.

LE REAZIONI/ Silvio Berlusconi “è l’unico che ha le palle ed è l’unico che non sia molto preoccupato dalla giustizia”. Lo dice Umberto Bossi, che poi a proposito delle dichiarazione del pentito Spatuzza e di quelle annunciate dei fratelli Graviano osserva: “la mafia reagisce per questo governo che, più di tutti, l’ha combattuta. Mai nessun esecutivo ha fatto cosi’ tanto contro la mafia”. Quanto alla protesta contro i tagli della Finanziaria dei sindaci italiani, presenti in delegazione davanti a Montecitorio, il leader del Carroccio rileva: “Non si puo’ avere tutto e subito. I sindaci saranno più contenti con il federalismo fiscale”.


www.affaritaliani.it

 

Berlusconi: io super forte e con le palle…ultima modifica: 2009-12-10T16:29:02+01:00da michelepositano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento