http://ilblogdimikidelucia.myblog.it Asilo degli orrori, mostrati ai genitori i video delle botte

Maestre Pistoia 2

Le immagini choc che testimoniano i maltrattamenti all’asilo Cip di Pistoia sono state mostrate dalla procura ai genitori che ne hanno fatto richiestaonto a partire e a entrare nell’asilo. Tra quei filmati ce ne è uno che mostra un bimbo di pochi mesi, meno di 12, che piange seduto su una piccola sedia, una delle due arrestate lo prende per il polso e lo solleva da terra, poi lo fa piegare sul suo braccio e lo picchia, infine lo rimette seduto e continua a picchiarlo. La procura ha vietato la diffusione dei video in questa fase delle indagini. Intanto emergono particolari sul comportamento delel due donen al momento dell’ arresto. Fredde e apparentemente senza emozioni: così sono apparse Scuderi e Pesce a chi le ha portate in questura.

“SIAMO SCONVOLTI”, I RACCONTI – “Siamo sconvolti, abbiamo visto la direttrice della scuola prendere a schiaffi il nostro bambino di 3 mesi”, hanno detto in lacrime Manuel e Sara, 21 e 20 anni, “non avrei mai pensato che potesse accadere una cosa del genere a Pistoia. Siamo due operai, abbiamo fatto sacrifici enormi per mandare nostro figlio ad una scuola privata che ci costava 250 euro al mese. Quelle due donne meritano l’ergastolo”. E’ sotto choc anche Angela, la madre di una bambina di 14 mesi, ripresa dalle telecamere mentre viene maltrattata dalle due insegnanti: “Ho visto la bambina – ha raccontato – mentre le tiravano i capelli per convincerla ad aprire la bocca per mangiare. Ho visto che le coprivano la bocca con un bavaglino per costringerla ad ingurgitare il cibo che veniva somministrato alle 10,30 del mattino. Ora capisco perchè mia figlia è terrorizzata ogni volta che le avvicino un cucchiaino per darle da mangiare. Auguro a queste due donne tutto il male del mondo e ringrazio la polizia per quello che ha fatto. Quell’asilo era un lager e non c’è nei filmati la minima traccia di gioco o di altre attivita’”.

Abbiamo detto alla polizia: o fate giustizia voi o ce la facciamo da soli perchè quelle due non devono più poter camminare con le loro gambe”. Visibilmente sconvolta, esce dalla procura di Pistoia anche un’altra coppia che ha visionato i filmati delle videocamere nascoste. “Le immagini sono nitidissime – ha detto la donna – Abbiamo visto Laura Scuderi prendere per i capelli mia figlia che ha 14 mesi con una tale violenza che ha sollevato il seggiolone. Poi, tenendole la testa reclinata indietro, l’ha ingozzata di cibo e le ha premuto il bavagliolino sul viso per non farla sputare. Quella non è una donna, è una bestia. E alle mamme che pensano che la polizia abbia sbagliato ad arrestare la Scuderi e la Pesce, dico di guardare quelle immagini: era un lager, non un asilo».

LA RIVELAZIONE DI UN’EX DIPENDENTE – “Erano nevrotiche, aggressive, urlavano sempre con i bambini e io non condividevo più i loro metodi”, ha rivelato un’ex dipendente dell’asilo ‘Cip e Ciop’ agli inquirenti all’indomani dell’arresto di Anna Laura Scuderi e Elena Pesce, da ieri in carcere per maltrattamento su minori. La squadra mobile della questura di Pistoia ha già ascoltato quattro ex dipendenti dell’asilo ‘Cip e Ciop’ che se ne sono andate proprio perchè non condividevano “il metodo aggressivo” delle due insegnanti.

L’ARRESTO DELLE DUE MAETRE E’ UN FATTO GRAVISSIMO – Ha sconvolto Pistoia l’arresto di Anna Laura Scuderi e Elena Pesce, le due ‘educatricì accusate di maltrattamento su minori. I loro due avvocati, Stefano Panconesi e Giacomo Dini, incontreranno stamani il sostituto procuratore Ornella Galeotti e poi, in carcere, le loro assistite. Gli interrogatori di garanzia sono previsti domani.

Maestre Pistoia 1

Auspicando che le indagini in corso possano chiarire al più presto i contorni della vicenda e stabilire le responsabilità, voglio esprimere il profondo sconcerto e rammarico per quanto è successo, un fatto gravissimo che lede l’immagine di una regione che è al primo posto a livello nazionale per accoglienza e qualità dei servizi per l’infanzia”. Così l’assessore all’istruzione della Regione Toscana, Gianfranco Simoncini, ha commentato l’arresto in flagranza per maltrattamenti ai piccoli utenti, delle due educatrici di un asilo nido privato di Pistoia. La Toscana, ricorda l’assessore Simoncini, ha avuto riconoscimenti autorevoli come regione accogliente e a misura di bambino, molto vicina a standard europei: oggi il tasso di accoglienza regionale per i bambini da 0 a tre anni supera il 31%, collocandosi ad un passo dal traguardo d i Lisbona che per il 2010 è fissato al 33%. «Stiamo lavorando con impegno – dice Simoncini – per arrivarci potenziando il servizio e migliorandone ancora la qualità. Per questo fra il 2007 e il 2010 abbiamo previsto un investimento da parte della Regione di oltre 70 milioni di euro”.


www.affaritaliani.it

 

http://ilblogdimikidelucia.myblog.it Asilo degli orrori, mostrati ai genitori i video delle botteultima modifica: 2009-12-04T08:37:34+01:00da michelepositano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento