Cosentino incontra Berlusconi:

med_20091112_berlusconi_cosentino.jpg

Io mantengo la candidatura: l’ho detto a Berlusconi e lui ha preso atto». Così Nicola Cosentino, uscendo da Palazzo Grazioli, dove ha incontrato il presidente del Consiglio, a proposito della candidatura a governatore della Campania. E il Cavaliere cosa le ha detto? Gli e stato chiesto. «Ha preso atto e comunque non mi ha chiesto un passo indietro» «Il presidente – ha riferito Cosentino – mi ha espresso solidarietà. Conosceva le carte processuali e lo stesso avvocato Niccolò Ghedini le aveva viste», ha aggiunto parlando dell’inchiesta della procura di Napoli che ha portato alla richiesta di misure cautelari nei suoi confronti. «Io gli ho detto che mantengo la candidatura», ha proseguito il sottosegretario al termine dell’incontro nella residenza-ufficio del Cavaliere, sottolineando di aver spiegato al premier «le ragioni del territorio e soprattutto ho sostenuto che non possono essere alcuni procuratori a decidere l’evoluzione democratica. Io sono l’espressione dell’intera regione Campania e quindi mantengo la mia candidatura che è ancora più forte di prima dopo quello che è successo». Insomma, ha aggiunto, «qualsiasi decisione dovrà avere il territorio come protagonista».

E il premier cosa le ha risposto? «Lui ha preso atto», ha replicato Cosentino, che ha tenuto a precisare: «E comunque non mi ha chiesto un passo indietro». In ogni caso – ha concluso il sottosegretario all’Economia – «non penso che i tempi della definizione dei candidati saranno brevissimi».ilmattino

Cosentino incontra Berlusconi:ultima modifica: 2009-11-13T08:09:58+01:00da michelepositano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento