Jessica, giro del mondo in solitario a 16 anni

Jessica Watson 420

Duecentoquaranta giorni senza toccare terra, 38mila chilometri da coprire: la 16enne australiana Jessica Watson vuole entrare nella storia. Non teme le rinunce e il menù a base di pasti criodisidratati e i tanti dubbi su di lei…

La circumnavigazione del globo in solitario a 16 anni: un progetto ambizioso, un record assoluto da raggiungere costi quel che costi. Un’impresa che sta per tentare Jessica Watson. La teenager australiana vuol coprire la bellezza di 38 mila km in circa 240 giorni. Senza mai toccare terra. Un’impresa che… neanche Cristoforo Colombo, Fernando Magellano e tutti coloro che solcarono i mari alla scoperta di nuovi mondi. Piccola esagerazione per una grande impresa che avrà un menù di con pasti criodisidratati, frutta secca e biscotti al cioccolato. Altro che nouvelle cousine, ammesso la fanciulla ne fosse estimatrice. La giovane della Sunshine Coast del Queensland non è neppure sfiorata da questi pensieri: vuole entrare nei libri di storia e nessuno le faccia notare che potrebbe essere troppo piccola per questo. La paura maggiore – fa sapere – è che tutti si preoccupino troppo per lei. C’è però un antefatto pieno di polemiche e dubbi: un mese fa era stata protagonista di collisione con un cargo da 63 mila tonnellate, durante l’inizio della navigazione di prova di 5 giorni dal Queensland verso Sydney (poi completata). Inevitabilmente molti osservatori si erano appellati ai genitori perchè le impedissero di salpare. Ma la Watson assicura che l’esperienza le è servita e si è attrezzata meglio alla luce di questo incidente…

Questi ultimi mesi hanno comunque registrato una corsa dei minorenni alle traversate in mare. Un fenomeno interessante. Il 17enne Mike Perham ha recentemente portato a termine l’impresa. Il coetano Zac Sunderland giura di esserci riuscito prima del rivale pur se non mancano le polemiche sul tema. Ma il caso più controverso fu quello della 13enne olandese Laura Dekker:  fermata dal tribunale mentre stava per salpare, dopo che i genitori (pur con molte remore da parte della madre) avevano chiesto una dispensa dall’attività scolastica al proprio comune di residenza. Un giudice la affidò a un tutore, togliendo temporaneamente la patria potestà ai genitori, cercando di bloccare la situazione almeno fino al compimento dei 16 anni…

affaritaliani.it

Jessica, giro del mondo in solitario a 16 anniultima modifica: 2009-10-10T08:27:56+02:00da michelepositano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento