Rachida Dati, la donna che ha fatto vergognare il mondo arabo

Rachida Dati

Colpevole nei confronti della famiglia di essere rimasta incinta non solo senza essere sposata, ma senza nemmeno uno straccio di uomo che riconoscesse la bambina

 

Lei mi ha sotterrato… Rachida è autoritaria, fredda ed egocentrica”. Queste le parole di Jamal, fratello minore dell’ex ministro della Giustizia francese Rachida Dati, che da sfogo a tutta la sua rabbia in un libro dal titolo ‘All’ombra di Rachida’. In uscita il 7 ottobre per la casa editrice Calmann-Lèvy, l’opera sta già facendo discutere molto in Francia. In realtà si sta già parlando di uno ‘scandalo’ che investirà anche la figura del presidente Nicolas Sarkozy dopo che alcuni estratti dell’opera sono stati pubblicati da Le Nouvel Observateur.

Le voci su una passata relazione tra il presidente francese e Rachida Dati riemergono prepotentemente, mentre la figura della donna araba che ha, secondo i media francesi, avuto misteriosamente una carriera lampo nel mondo della politica, viene di nuovo messa in discussione. Colpevole nei confronti della famiglia di essere rimasta incinta non solo senza essere sposata, ma senza nemmeno uno straccio di uomo che riconoscesse la bambina, stando a quanto racconta il fratellino, Rachida sarebbe una madre irresponsabile e avida di successo. E riguardo alle foto di lei all’uscita dall’ospedale con la piccola in braccio, Jamal confessa che è stata tutta una messa in scena perché la coperta nella quale era avvolta la neonata non conteneva la nipotina. Dal libro: “Zohra è araba, ma ha il viso tutto rosa, assomiglia a mia nipote Sannaa. I due primi mesi è stata a Drancy da mia sorella con una tata 24 ore su 24 (…). Ho saputo che dopo che Rachida è uscita dalla maternità la bambina non era nella copertina. Le mie sorelle me lo hanno detto nel corso di una riunione familiare dai miei genitori, mentre nello stesso momento lei commentava in televisione le famose fotografie scattate davanti alla clinica della Muette”. 

jamal dati
Jamal Dati

Ma al di là del personaggio pubblico che Jamal definisce falso e assetato di successo, è la figura della sorella a essere aspramente criticata. Dopo essere stato condannato a diversi mesi di prigione per spaccio di stupefacenti nel 2007, Jamal Dati confessa la durezza della sorella: Dal libro: “Se la chiamavo mi riagganciava la cornetta perché io per lei ero solo il fratello delinquente. Lei mi ha sotterrato… Ogni volta che provavo a dialogare con lei mi ignorava…  Mia sorella è estremamente autoritaria… tutto ruoto intorno a Rachida“. E poi ancora: “Dietro alla sua brillante carriera c’è la vergogna di tutta la famiglia. Mio padre all’annuncio della sua maternità ha dovuto rinunciare all’onore andando in giro per le vie del quartiere. Il pover’uomo ha ripetuto per due mesi -E’ finita, non voglio più vederla-. Noi viviamo tutta questa storia come un disonore… Siamo musulmani prima di tutto”.

Rachida Dati
Rachida Dati con il bambino

Nessun estratto riguardante la vicinanza della Dati a Nicolas Sarkozy è stato pubblicato dalla stampa francese, proprio per questo l’attesa per il 7 ottobre si preannuncia ancora più grande.


affaritaliani

 

Rachida Dati, la donna che ha fatto vergognare il mondo araboultima modifica: 2009-10-05T08:07:30+02:00da michelepositano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento