Un club erotico usa la… Semenya per la pubblicità

Semenya

“Non servono esami per la sessualità delle nostre ragazze”. Esplode la polemica per il claim pubblicitario usato da un club erotico di Johannesburg, che sfrutta la vicenda-Semenya per accrescere il parco clienti…

 

Lo scandalo di Caster Semenya, l’atleta sospettata di esser ermafrodita, si trasforma in una delle campagne pubblicitarie più discusse del Sudafrica. A prendere la palla al balzo è stato, il Teazers, club erotico che ha sede principale a Johannesburg e diverse ‘filiali’ in tutto il paese, che ha preparato i cartelloni con un claim inequivocabile: “Non servono esami per la sessualità”.

Il tutto riferito ovviamente alle signorine raffigurate che bazzicano nel locale e allietano quotidianamente i clienti. Una mossa mediatica che ha funzionato, ma sta anche provocando un bel polverone di polemiche. Il gestore del locale, Lolly Jackson però si ribella e fa sapere che vuole indennizzare la campionessa del mondo negli 800 metri con 20.00 rands (sono 2.700 dollari, meno di 2000 euro al cambio attuale) per il disturbo di aver approfittato della sua immagine.

“Ci piacerebbe che Caster si godesse la vittoria iridata lasciando da parte la negatività che la perseguita e lasciasse da parte il resto. Ha portato a casa un oro e se non fosse stata per la cattiva gestione attorno a lei non avrebbe attirato la sfortuna”. Parole pronunciate dal manager per difendere una scelta poco difendibile agli occhi dell’opinione pubblica. Il primo a non esser convinto di questa situazione peraltro è il gestore della pubblicità sudafricana. Ma nel quartier generale del Teazers dormono sonni tranquilli e aspettano… nuovi clienti dopo questa polemica.

 


affaritaliani

Un club erotico usa la… Semenya per la pubblicitàultima modifica: 2009-10-03T16:48:23+02:00da michelepositano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento