Auto/ Ghosn: il peggio è alle spalle ma non ci sarà boom nell’immediato. Le novità di Francoforte

Lancia Porsche ape

Nonostante gli inviti alla prudenza di analisti e accademici per i timori non del tutto svaniti di una possibile “seconda ricaduta” dell’economia mondiale tra la fine dell’anno e i primi mesi del 2010, l’ottimismo va prendendo piede tra manager e imprenditori. L’ennesima conferma giunge da Carlos Ghosn, amministratore delegato del gruppo Renault, che in un’intervista a Le Figaro spiega che “mentre sussiste ancora la crisi economica, quella finanziaria è chiaramente alle spalle”.


McLaren Mp4-12C

Fondamentali si sono dimostrati per Ghosn, anche per il settore auto, le misure prese dai governi che consentito un ritorno a condizioni normali. Verrebbe anzi da dire più che normali, se è vero che dopo il successo degli incentivi “cash for clunkers” negli Usa le stime dei concessionari sulla domanda strutturale sono risalite da 9 a 10,5 milioni di vetture, destinate a salire a 11 milioni il prossimo anno e a 13-14 entro il 2013. Tuttavia Ghosn non ha abbandonato del tutto la prudenza, precisando che l’industria dell’auto “non deve aspettarsi un forte rimbalzo per l’immediato futuro”.


Ferrari 458 Italia

Parole che giungono a pochi giorni dall’apertura del  63° Salone Internazionale dell’Auto di Francoforte, quest’anno in tono minore ma comunque occasione per tutti i principali produttori mondiali per presentare qualche novità e cercare le luci della ribalta. Così Fiat, in attesa di varare tra fine ottobre e inizio novembre il piano di rilancio di Chrysler (anche alla luce di quella che sarà la conclusione della tormentata vicenda Opel) e dopo i segnali incoraggianti giunti anche da un mercato tradizionalmente “ostico” come quello britannico, si presenta in Germania con aree espositive distinte per ciascun marchio, anche se accumunate dallo stesso concept “il mondo che vorrei”.


Porsche 911 Turbo

Protagoniste degli stand di Torino saranno vetture come la Punto Evo, fresca evoluzione della Grande Punto destinata ad essere commercializzata dalla seconda metà di ottobre, che intende confermare il successo della versione precedente, e la 500C, versione cabrio della fortunata “piccola” che dalla presentazione, lo scorso luglio, ha già raccolto 13 mila ordini e che conta di arricchire ulteriormente il proprio carnet. Modello rinnovato anche per Fiat Sedici, il Suv Euro 5 sviluppato in partnership con la giapponese Suzuki.


Punto Evo

Per l’Alfa Romeo sarà di scena la MiTo “Quadrifoglio Verde”, versione equipaggiata col nuovo propulsore  1.4 MultiAir Turbobenzina da 170 CV destinata ad essere commercializzata successivamente al lancio delle altre motorizzazioni MultiAir. Un modello, l’Alfa Romeo MiTo, particolarmente apprezzato proprio in Germania ma che sta dando buone soddisfazioni anche complessivamente, con 72 mila ordini raccolti finora e vendite 2009 che dovrebbero assestarsi sui 65-70 mila esemplari per poi salire leggermente anche nel 2010 “se ci saranno le condizioni economiche” come ha spiegato ieri l’amministratore delegato di Alfa Romeo, Sergio Cravero.

 

In casa Lancia i riflettori si accenderanno sulla show car Yipsilon Elle, sull’allestimento top di gamma di Musa Poltrona Frau e sulla Delta, mentre Abarth presenta la nuovissima Abarth 695 “Tributo Ferrari”, accompagnata da due “damigelle d’onore” come la nuova Abarth Grande Punto “SuperSport” e una Abarth 500 “Assetto Corse”. Infine tra i marchi italiani la Ferrari porta a Francoforte la Ferrari 458 Italia e la Maserati GranCabrio, entrambe anteprime mondiali, la prima chiamata a sostituire la F 430, la seconda a completare la gamma del Tridente affiancandosi alla berlina Quattroporte e alla coupè GranTurismo.

Agguerrita la concorrenza, che in una edizione che si preannuncia particolarmente “verde” del salone tedesco vede in particolare i produttori tedeschi pronti a presentare le ultime novità di gamma, come la Mercedes Classe E station wagon e la concept car elettrica BlueZero E-Cell Plus dello stesso produttore. Mentre Renault (di cui si attende il debutto della berlina a tre volumi Fluente) potrebbe annunciare un accordo per realizzare in joint venture l’erede della Smart ForFour sulla piattaforma della prossima Twingo, la Volskwagen dovrebbe portare al salone la nuova Polo a 3 porte, la Golf Variant e la Concept Bluesport.


Lancia Ypsilon Elle

In casa Audi è attesa la nuova A5 Sportback, per Porsche la 911 Turbo, mentre Bmw presenta la nuova versione della Serie 5 Gran Turismo, il Suv compatto X1 e le versioni ibride della X6 e della Bmw 7. Sempre nel campo delle elettriche dovrebbe essere annunciata la joint venture tra Peugeot-Psa e Mitsubishi per sviluppare due city car destinate al mercato europeo sulla base della Mitsubishi i-Miev, già in vendita in Giappone. Sempre Peugeot presenterà la coupé RCZ e Citroen la nuova C3.


Alfa Mito Multiair

E ancora, tra i produttori asiatici, già si parla della Toyota Prius plug-in, delle versioni ibride di Auris, Land Cruiser e iQ e della nuova iQ 4×4 (Aston Martin dovrebbe inoltre presentare la concept-car Cygnet, in vista della nuova citycar da insieme a Toyota sulla base proprio della iQ), mentre Lexus dovrebbe mostrare una concept di una nuova compatta e Hyundai mostrerà al pubblico il successore del Tucson.

Luca Spoldi

Auto/ Ghosn: il peggio è alle spalle ma non ci sarà boom nell’immediato. Le novità di Francoforteultima modifica: 2009-09-10T08:53:06+02:00da michelepositano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento