Moda/ L’orologio al silicone conquista l’Italia: Gabriel e Sufir firmano l’estate

Altro che zeppe, maxidress e shorts: l’estate 2009 sarà ricordata per il silicone. Archiviate le Crocs, mai amate dalle vere fashion victim, il sintetico materiale torna a imporsi sotto forma di orologino multi-color e ultra-democratico. Vero simbolo di un’Italia in vacanza che, quest’estate, nemmeno le Frecce Tricolori ce l’hanno fatta a far sentire unita.
 
Silicone e appena 15 euro sono bastati infatti a Plastic Chic per firmare i polsi di tutti i bagnanti. E così da Capalbio a Rimini, da Forte dei Marmi ai lidi di Comacchio, da Liscia di Vacca al lungomare calabrese, ragazzi bambini e signore (anche di quelle che non rinunciano a ingioiellarsi nemmeno sul bagnasciuga) hanno ostentato il celebre orologino.

Plastic Chic 1

L’azienda ha avuto un’idea semplicissima, replicando peraltro quella avuta l’anno scorso dalla Too Late (quegli orologi in plastica, piatti e colorati, per intenderci): 19 colori modaioli, un leggero braccialetto di silicone di 10 grammi e 3 misure. Il resto l’hanno fatto la noia da spiaggia che ti porta a squadrare per ore i vicini di ombrellone e l’antico meccanismo, detto dell’erba-del-vicino, che fa desiderare irrimediabilmente la roba d’altri.
 
Un solo neo ha guastato il successo di Gabriel e Sufir, i due ragazzi livornesi di 26 e 29 anni, che ad ottobre 2008 hanno fondato una piccola società, hanno tentato il lancio del loro unico (per ora) prodotto alla settimana della moda milanese e da allora non si sono più fermati: i cinesi. Perché, si sa, dove arriva la moda, puntuale giunge il tarocco.
 
A cinque euro (ma i più fortunati l’hanno comprato perfino a due euro e cinquanta), i falsi orologini, identici nel design e nei colori, hanno avuto una diffusione ancora più capillare grazie alle decine di cinesi che hanno cercato di venderlo a ogni singolo bagnante e bagnino.

Plastic Chic 2

 
Solo una differenza ha salvato i due giovani imprenditori: la resistenza all’acqua, fondamentale in tempo di bagni, che nella versione asiatica ancora più low cost per forza di cose manca.
 
E ora che, tornati in città, i più seri hanno abbandonato il loro Plastic Chic fucsia sul comodino (ché stona con l’abito blu), già si pensa alle tendenze dell’autunno.
 
Gabriel dà ad Affaritaliani.it una anticipazione: Plastic Chic è pronta a sbarcare a Pitti con una linea delux in legno, che stavolta comprenderà anche occhiali, e a conquistare l’inverno nazional-popolare con una nuova versione del must estivo. Gli ingredienti sono sempre gli stessi: design, meteriale basico e colore. Per il momento non è possibile saperne di più. Occhio però: il tempo fugge… e il made in Cina insegue.

affaritaliani.it

Moda/ L’orologio al silicone conquista l’Italia: Gabriel e Sufir firmano l’estateultima modifica: 2009-09-01T06:46:53+02:00da michelepositano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento