Napoli, suggestione Dzemaili. E a sinistra rispunta Papa

 

 

 

Il nome che ritorna, ed è un gran bel nome, è Blerim Dze­maili. Appena sfiorato quando c’era sopra il Palermo. Ora i rosanero fanno qualche passo indietro (tattico?), il ra­gazzo sembra sfiancato da oltre cinquanta giorni di trattativa (e lo manda a dire dal suo entourage). E il Napoli si inseri­sce, porta argomenti, Marino incon­tra Foschi. E aspetta pieno di speran­za. Mentre dall’Europa chiama lo Ze­nit e mentre l’Udinese osserva, incu­riosita.

Con Bologna ci sono discorsi lasciati nell’aria: Salvatore Aronica (31) è un pupillo di Beppe Papadopu­lo e le affinità tra l’eclettico difenso­re e l’allenatore, che risalgono agli anni di Crotone, resistono nel tempo. Aronica è un mancino natu­rale che al Bologna torne­rebbe utile sia come quarto che come centrale e Gaby Mudingayi (28) è l’ecceden­za tecnica che da Castelde­bole lascerebbero partire: discorsi impostati, il tempo svelerà la verità. Però, ver­so la dotta destinazione, ci sarebbe posto anche per Michele Pa­zienza, finito da un bel po’ nell’elen­co dei cedibili e con tanto di gradi­mento dello staff tecnico emiliano.

Ma c’è dell’altro, perché il Napoli va comunque alla ricerca di un esterno mancino, un uomo che garantisca so­lidità su quella corsia, liberando Da­tolo dagli straordinari. De Ceglie rimane la scelta più ambita e se la Ju­ventus dovesse arrivare a Grosso, Marino ricordereb­be ad Alessio Secco di quel­la vecchia promessa. Dal­l’estero il fluidificante che ha riscos­so maggior consensi, nel tempo, è sta­to Emiliano Papa (27) argentino del Velez e pilastro della Nazionale di Maradona. Costa intorno ai quattro milioni e mezzo, e rispetto a un mese e mezzo fa, quando Marino se ne in­teressò, ora ha la casella dell’extraco­munitario libera.

Fonte: Corriere dello Sport

Napoli, suggestione Dzemaili. E a sinistra rispunta Papaultima modifica: 2009-08-27T09:11:50+02:00da michelepositano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento