Italia spaccata in due. Temporali al Nord, caldo torrido al Sud

3c0528e9eee5335222f6b2e775b

Caldo, anche torrido, al centro-sud, temporali e grandine al nord. Dopo week-end da incubo sulle strade (ancora polemiche sul passante di Mestre), per chi ha deciso di partire per le vacanze nella prima settimana di grande esodo, le previsioni meteo parlano di un’Italia spaccata in due. Maltempo in arrivo nelle regioni settentrionali, a causa del transito di una saccatura atlantica sull’Europa centrale che determinerà instabilità sui settori alpini e prealpini centro-occidentali. Intanto si fa sempre più animata la polemica sul Passante di Mestre, dopo le code do oltre 30 chilometri di sabato 1 agosto.

MALTEMPO AL NORD – La Protezione civile ha lanciato un’allerta nazionale per temporali. Anche di forte intensità, sono attesi prima sulle regioni del quadrante nord-occidentale e poi in estensione a quelle nord-orientali. Possibili forti raffiche di vento e anche qualche grandinata.

Temperature in calo, ma per poco. Lunedì e martedì, informa la Protezione civile, le temperature diminuiranno su tutta la penisola. Una tregua che non durerà molto. Già da mercoledì, con l’alta pressione tornerà l’afa. “Almeno fino a sabato – spiegano dal servizio meteo – ci aspetta il gran caldo con umidità elevata a causa dell’aria africana”.

CALDO AL CENTRO-SUD – E’ sempre allerta per le alte temperature nel Centro-Sud. Bollino rosso e rischio massimo in cinque città: Roma, Civitavecchia, Messina, Rieti e Perugia. In altri sei capoluoghi il livello di allerta è arancione: Ancona, Bari, Bologna, Brescia, Campobasso e Milano. Nella capitale, in particolare, si prevedono temperature fino a 36 gradi, a Civitavecchia e Messina fino a 38 gradi.

ATTESA PER IL WEEK-END DA BOLLINO NERO – Per evitare che il passante di Mestre si blocchi nuovamente il prossimo fine settimana – week end da bollino nero, previsto il traffico peggiore dell’anno – bisogna predisporre un piano che preveda la “ripartizione del traffico tra Passante e Tangenziale di Mestre” e il miglioramento delle “indicazioni per turisti ed utenti”. È quanto chiede l’Anas, sottolineando che le tre società che gestiscono la tratta autostradale interessata (Cav, Venezia-Padova, Autovie Venete) sono state convocate lunedì a Venezia dell’Ispettorato Vigilanza Concessionarie Autostradali. L’ispezione disposta, prosegue l’Anas, è un “atto dovuto”, così come è “urgente la realizzazione della terza corsia sulla A4 Venezia-Trieste”.

L’Anas inoltre ha dato disposizioni alle società concessionarie di sviluppare un piano per la ripartizione del traffico tra Passante e Tangenziale di Mestre e di migliorare le indicazioni per i turisti e gli utenti. Per questo motivo le tre società concessionarie che gestiscono la tratta autostradale interessata (Cav, Venezia-Padova, Autovie Venete) sono state convocate domani 3 agosto presso la sede di Venezia dell’Ispettorato Vigilanza Concessionarie Autostradali dell’Anas.

 affaritaliani

Italia spaccata in due. Temporali al Nord, caldo torrido al Sudultima modifica: 2009-08-03T09:58:12+02:00da michelepositano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento