La Sardegna devastata dagli incendi: due morti

Sono due i morti causati dal vasto
incendio nel sassarese
. Oltre a Mario Piu di Pozzomaggiore, carbonizzato mentre cercava di mettere in salvo
il suo gregge in località Monte Crasta, è morto per un infarto Antonio Serra, 52 anni, di Mores (Sassari). L’uomo, cardiopatico, era andato a controllare che la vigna di sua proprietà, nell’agro del paese, non fosse minacciata dalle fiamme, quando si è trovato davanti il fuoco e ha avuto un attacco di cuore che l’ha ucciso.

Ma tutta la Sardegna è devastata dagli incendi. Nella zona di Fluminimaggiore, nel Sulcis Iglesiente, la colonia penale di Is Arenas è stata evacuata. I detenuti sono momentaneamente sulla vicina spiaggia in attesa che gli esperti valutino la portata dell’incendio e la possibilità di contenerlo per consentire un eventuale rientro nelle celle. In caso contrario verranno trasferiti in altri istituti. Il fuoco non dà tregua agli uomini del Corpo Forestale della Regione che stanno operando adesso nella zona di Scivu, vicino alla colonia penale, una delle spiagge più frequentate della costa arburense, a cavallo tra il Sulcis-Iglesiente e il Medio Campidano. Sulla situazione degli incendi nell’isola ha riferito in Consiglio regionale l’assessore alla Difesa dell’Ambiente, Giorgio Oppi, che ha parlato della “giornata di oggi come la peggiore dal 1983”, quando le fiamme devastarono la collina di Curraggia, nei pressi di Tempio Pausania, in cui morirono 9 persone e furono dilaniati dal fuoco 18.000 ettari di superficie.

Un altro rogo di vaste dimensioni sta interessando il Monte Arci, nell’Oristanese, mentre altri focolai sono attivi in Gallura, nella zone di Porto San Paolo, nella costa nuorese verso Budoni, e nel Sassarese, in particolare a Pozzomaggiore e Bonorva. “Il fuoco ha gia’ divorato 10.000 ettari di territorio”, ha detto l’assessore che, in costante contatto con i tecnici della centrale operativa, ha riferito di una “situazione particolarmente delicata”. Per contrastare il propagarsi del fuoco, oltre all’ ausilio di 9 canadair, 1 elitanker e 11 elicotteri in dotazione alla Regione Sardegna, il Capo della Protezione civile, Guido Bertolaso, ha gia’ richiesto alla Corsica l’intervento di mezzi aerei per incrementare la flotta.

IN FIAMME ALBERGO – Momenti di paura questa mattina ad Arzachena, noto centro turistico della Costa Smeralda. Un incendio scoppiato nell’hotel «Delfino», nell’abitato del paese, ha provocato il panico per decine di clienti. Le fiamme sono partite dal garage e il fumo denso ha invaso la struttura di tre piani. Alcuni clienti sono riusciti ad abbandonare immediatamente l’albergo mentre altri hanno cercato di mettersi in salvo raggiungendo i terrazzi ai piani superiori. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco provenienti da Olbia, Sassari e Santa Teresa di Gallura, oltre agli uomini della Protezione civile. Per precauzione sono state fatte arrivare sei autoambulanze, ma al momento non si hanno notizie di persone ferite o intossicate in modo grave. Molti clienti dell’albergo sono stati tratti in salvo dai vigili del fuoco che sono saliti con scale speciali all’ultimo piano dell’albergo.

affaitaliani

La Sardegna devastata dagli incendi: due mortiultima modifica: 2009-07-24T11:21:48+02:00da michelepositano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento