Nuoto, Mondiali al veleno: Magnini e Pellegrini scatenati….


Filippo Magnini
Federica Pellegrini
Alessia Filippi
i nostri tre moschettieri

Prima Federica Pellegrini attacca la Federazione (“Se perdo festeggeranno”), poi Filippo Magnini parla di sesso (“Non si fa per 3-4 giorni di pre-gara”) e quindi attacca il mito Phelps: “Diserta i 100 perché a che perde”. Intanto la Filippi…

I Mondiali di Roma partono con il botto. Federica Pellegrini attacca tutti, Filippo Magnini prima parla di sesso (“Astinenza per 3-4 giorni pre-gara), poi attacca Michael Phelps: “La sua assenza nei 100 stile libero? Certo che non mi dispiace. Era uno dei più forti anche sui 100, ma non quest’anno. Secondo me ha capito che non avrebbe vinto e il torcicollo è stato solo una scusa”. Senza tanti giri di parole. Il due volte campione del mondo di questa specialità sogna il terzo successo consecutio, mai conquistato da nessuno. E non teme nessuno, neanche Hulk Alain Bernard: “È sicuramente l’uomo da battere, ma quest’anno l’ho messo già in difficoltà due volte. Sono sicuro che sente la mia pressione, a casa mia tutti sanno che non sarò lì per arrivare secondo”. Dimenticando la delusione olimpica in cui venne eliminato nelle semifinali. Per vincere bisognerà andare forse anche sotto i 47 secondi: “È probabile, spero non di troppo. Sicuramente dovrò andare in recupero, è una costante delle mie gare. Immagino una finale, cercando di stare vicino ai miei avversari nei primi 50 metri, e poi se faccio il ritorno che ho fatto alle olimpiadi, il più veloce della storia, me la gioco fino in fondo”.

ALESSIA FILIPPI, OBIETTIVO ESSERE PROFETA IN PATRIA –  “Non ho paura di nessuno, non voglio essere presuntuosa, ma temo solo me stessa”. Così Alessia Filippi, alla vigilia del via dei Mondiali in programma a Roma, la sua città, non cerca alibi. “Quando sarà l’ora magari sentirò la pressione”, ha ammesso a margine della conferenza di presentazione delle nazionali azzurre. “È una sensazione indescrivibile per me che sono nata qui. Farò tante gare e il mio obiettivo è andare a medaglia in ogni gara, ma quello che voglio è l’oro”.

BARELLI VOLA BASSO – Il presidente della Federnuoto, gran cerimoniere della presentazione ufficiale all’Acqua Acetosa, prova a smorzare gli incendi del cuore: “Nessuna previsione di medaglie, posso solo dire che si tratterà di una rassegna iridata imponente, speriamo non soltanto per lo sforzo organizzativo”.

IL CT DEL NUOTO, ALBERTO CASTAGNETTI – “Squadra ampliata, anche se fondata sui consueti punti di forza, campioni che hanno dato lustro a tutto lo sport italiano. Ma noi non abbiamo i Thorpe e i Phelps che vincono per diritto divino, dovremo sudarci ogni risultato anche se la Pellegrini arriva qui sull’onda di due record del mondo. E’ la grande favorita dei 200 sl, nei 400 invece dovrà dare battaglia. Certo che la piscina del Foro Italico ti dà la carica solo a guardarla”.


Nuoto, Mondiali al veleno: Magnini e Pellegrini scatenati….ultima modifica: 2009-07-17T13:25:24+02:00da michelepositano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento