Mourinho all’attacco: “Questa non è l’Inter dei miei sogni

La rosa non è quella dei miei sogni di due mesi fa. Vorrà dire che anche gli obiettivi saranno adattati alla squadra”. Mourinho si presenta al raduno dell’Inter e spiazza tutti. Chiede un trequartista e vuole vendere un po’ di giocatori…

Venerdí 10.07.2009 16:13

Mourinho si presenta al suo primo giorno nell’anno II dell’era sua interista e, dopo il “non sono mica un pirla” di 12 mesi fa, anche questa volta non si smentisce e regala qualche frase ad efetto. La più interessante è sulla squadra che per ora gli ha messo a disposizione Massimo Moratti. “La rosa non è quella dei miei sogni di due mesi fa. Vorrà dire che anche gli obiettivi saranno adattati alla squadra”. Quindi rafforza il concetto: “La Champions? Non siamo allo stesso livello delle prime 3 o 4 squadre”. Anche se… “possiamo vincere”.Lo Special chiede qualche rinforzo doc? Certo, ma ammette che anche gli esuberi lo infastidiscono: “Siamo in troppi e questo è un problema”.

ECCO LE ALTRE PILLOLE

ARNAUTOVIC E QUARESMA – “Il primo lo conosco poco è più una scommessa delle società, che io accetto benissimo. Per 3-4 anni è stato il miglior giocatore portoghese, ma ha fatto molto bene anche in Champions League e in Nazionale. Poi c’è stato anche il Quaresma dell’Inter. Con l’addio di Figo che l’anno scorso è stato ancora importante per noi, perché non dare una chance a Quaresma? Al secondo è giusto dargli seconda chance”. 

mourinho180
José Mourinho

IBRA E MAICON – “Non sono sopreso di vederlo qua. L’ho detto durante la scorsa stagione e durante quest’estate, non ho mai pensato che potesse andar via, per me è normale che sia qui con noi. I malumori suoi e di Maicon non saranno un problema per la squadra”.

 

 

RISPONDE AD ANCELOTTI – “Il mio amico Ancelotti al Chelsea? Non è mio amico. E’ un buon allenatore è ha qualità per avere successo in Inghilterra”. Carletto aveva detto che non conosceva alcuno Special, ma solo Mourinho.

FLORENTINO FA BENE A COMPRARE – “Il Real ha ucciso il mercato? Non lo penso, chi ha i soldi può decidere cosa fare. Se compri e paghi, allora va bene. Se uno vuole vendere, lo fa. Se uno vuole comprare, lo fa”.

IL RITIRO NEGLI USA – “Lo abbiamo scelto perché avremo le condizioni sono migliori e avremo amichevoli belle da giocare”.

IL RITORNO DI SUAZO – “E’ un giocatore completamente diverso da Milito, Balotelli e Ibra, ma penso che possa essere utile. E’ un premio perché l’anno scorso ha accettato di andare al Benfica per giocare. Lo ha fatto bene, lo abbiamo seguito e merita una possibilità”.

COSA MANCA ALL’INTER – “La rosa non è quella dei miei sogni di due mesi fa. Volevamo un centravanti, un trequartista, un centrocampista e un difensore centrale, in questo momento abbiamo Thiago Motta e Milito. Sarebbe perfetto avere un trequartista di qualità o un centrale, ma non possiamo avere una rosa di 40 elementi, né spendere sempre. Gli obiettivi saranno adattati alla squadra”.

MOU IRONICO SU NEDVED – “Se dovesse arrivare giocatore biondo mi piacerebbe? Non so, mi sembra una conversazione un po’ gay… Se arrivasse un giocatore di qualità è perfetto, ma non credo che arriverà nessuno nei prossimi giorni”.

RIVINCERE LO SCUDETTO E BASTA? – “Se firmerei per ripetere i risultati dello scorso anno? Non firmo niente e non prometto niente. I tifosi mi conoscono, mi piace giocare e dopo vediamo che succede”.

BISOGNA FAR CASSA PER COMPARE – Il mercato ha portato pochi euro nelle casse dell’Inter, questa è la realtà e, quando una società non fa soldi, il suo allenatore deve essere pragmatico”.

INVIDIA PER IL MISTER BLANCO – “Pellegrini è fortunato ad allenare il Real Madrid? Avrà alcuni tra i migliori giocatori del mondo e per uno che arriva dal Villarreal è una bella cosa. Lui è uno che merita, che ha fatto bene”.


Mourinho all’attacco: “Questa non è l’Inter dei miei sogniultima modifica: 2009-07-10T17:12:22+02:00da michelepositano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento