Eros/ Le studentesse di Oxford si mettono a nudo: senza veli per un calendario…

Nel tempio della cultura britannica, nell’algida Oxford University, dove regole ed etichette vengono rigidamente tramandate da secoli, sono caduti i veli. Quelli delle studentesse e degli studenti dell’ateneo, che si sono fatti fotografare nudi per un calendario, i cui introiti verrano devoluti interamente per una raccolta fondi di beneficenza. Nessuno ha gridato allo scandalo, come ci si sarebbe potuto aspettare, nel Paese del “niente sesso siamo inglesi”, anche perché il motto non vale più ormai da tempo.

Perché in fondo, dove si divulga cultura, si studia anche Macchiavelli e si ha ben presente il noto principio del “fine che giustifca i mezzi“. Qui il fine è molto nobile.

L’idea è stata di TravelAid, un’agenzia che organizza viaggi di volontariato all’estero per aiutare i paesi in via di sviluppo e i vertici dell’università inglese hanno concesso i locali dell’ateneo per realizzare dodici scatti in bianco e nero.

Studentesse e studenti si son quindi denudati, fatta eccezione per scarpe e accessori e hanno posato per foto che li ritraggono mentre svolgono le normali attività quotidiane, leggono, passeggiano, suonano… ma interamente nudi. Belli e bravi insomma, nonostante un certo dissenso da parte dei docenti si sia fatto sentire.

E allora eccoli che studiano in biblioteca, fanno una passeggiata sul fiume, bevono una birra al pub, camminano con i tacchi a spillo per le strade di una delle città universitarie più antiche del mondo: una giornata normale “messa a nudo” per un nobile scopo.

Eros 130609 studentesse


Eros/ Le studentesse di Oxford si mettono a nudo: senza veli per un calendario…ultima modifica: 2009-06-13T10:06:56+02:00da michelepositano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento