Il terremoto sconvolge l’Abruzzo: 92 morti accertati

terremoto abruzzo

 

 

Il sisma, di magnitudo 6,3 Richter, ha colpito la zona intorno al capoluogo abruzzese alle 3.32. L’epicentro a 95 chilometri da Roma. La Protezione civile conferma: decine di morti nei paesi. Lesionati anche edifici in cemento armato. All’Aquila crolla una parte della casa dello studente. Convocato il comitato operativo della protezione civile. Bertolaso: “La peggiore tragedia dall’inzio del millennio”. La scossa avvertita con forza nella capitale. Berlusconi: firmato lo stato di emergenza. Il bilancio provvisorio è di 92 vittime.

 

terrremoto abruzzo2

15.15 MARONI: MACCHINA SOCCORSI PARTITA SUBITO – “Sono stato avvisato telefonicamente meno di mezzora dopo il sisma, ma la macchina e’ partita subito, e’ a disposizione”. Lo ha affermato il ministro
dell’Interno, Roberto Maroni, nella conferenza stampa di Coppito. “Stanno venendo le colonne dei vigili del fuoco da tutte le regioni d’Italia – ha aggiunto il ministro -, tranne dalla Sardegna e dalla Sicilia per nostra disposizione; oltre
100 poliziotti e 300 carabinieri arriveranno in giornata aggiungendosi ai vigili de fuoco e rimarranno a disposizione sotto il coordinamento della protezione civile”

15.01 TERREMOTO: SCOSSA DURANTE CONFERENZA STAMPA BERLUSCONI – Nel corso della conferenza stampa del premier Silvio Berlusconi c’è stata una scossa di terremoto avvertita da molti cronisti presenti in sala

15.01 TERREMOTO: BERLUSCONI, SCOSSA 9/10 GRADI MERCALLI 

15.01 BERLUSCONI: INAGIBILITA’ ASSSOLUTA CENTRO AQUILA

15.00 BERLUSCONI: BEN OLTRE 50 MORTI, TEMIAMO DI PIU’

14.59 BERLUSCONI: CIRCA 1500 FERITI

14.58 BERLUSCONI: SOCCORSO ATTORNO TUTTE CASE CROLLATE

14.54: BERLUSCONI: NESSUNO SARA’ LASCIATO SOLO
Una cosa fondamentale che voglio dire è che nessuno verrà lasciato da solo». Lo afferma il premier Silvio Berlusconi, nel corso di una conferenza stampa, parlando della situazione in Abruzzo dopo il terremoto

terremoto abruzzo

14.53 BERLUSCONI: DIVERSE MIGLIAIA SENZA CASA

14.51 BERLUSCONI: NON RESTARE IN CASE LESIONATE

14.30 TERREMOTO, I MORTI SONO 92 – Fonti dei soccorritori parlano di 92 morti accertati

14.15  L’AQUILA: SOTTO LA CASA DELLO STUDENTE 8 RAGAZZI – Sono 7 o 8 gli studenti universitari ancora sotto le macerie della Casa dello studente de L’Aquila. Lo ha detto uno studente scampato al crollo

14.00 TERREMOTO: BERLUSCONI IN ELICOTTERO SORVOLA ZONE COLPITE  Il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi è giunto nel capoluogo abruzzese colpito questa notte dal terremoto e in elicottero sta sorvolando le varie zone colpite dal sisma. Una volta concluso il giro il premier terrà una conferenza stampa insieme con il ministro dell’Interno Roberto Maroni, il ministro per le Infrastrutture Altero Matteoli, il governatore della Regione Gianni Chiodi ed il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Guido Bertolaso.

13.50 TERREMOTO: I MORTI SONO ALMENO 70 – Sono ormai una settantina le vittime del terremoto di stamane che ha devastato in particolare la citta’ de l’Aquila e le frazioni limitrofe. Centinaia i feriti. Il ministro dell’Interno, Maroni, all’uscita dalla scuola della Guardia di Finanza di Coppito (L’Aquila), ha detto di temere che il numero dei morti alla fine sara’ tra le 100-150 persone. Ma l’importante – continua – e’ continuare a scavare, scavare, scavare”.

13.30  FINI: CORDOGLIO  E VICINANZA DELLA CAMERA. Il ministro per i Rapporti con il
parlamento Elio Vito riferira’ in aula alla Camera alle 18 sul terremoto in Abruzzo. A renderlo noto e’ stato il presidente della Camera Gianfranco Fini. Il presidente ha riferito di avere chiesto al governo “un’informativa urgente” su quanto accaduto.

13:06 OBAMA INVIA CONDOGLIANZEIl presidente degli Usa Barack Obama ha inviato le sue condoglianze alle famiglie italiane colpite dal terremoto.
 
terremoto abruzzo

13.00 L’ELENCO DEGLI AMBULATORI DOVE DONARE IL SANGUE – Elenco degli ambulatori nel Lazio dove si puiò donare il sangue. Policlinico Umberto I; ospedale San Giovanni Calibita Fatebenefratelli; ospedale Sandro Pertini; Policlinico Tor Vergata; ospedale San Giovanni Evangelista Tivoli; ospedale Delfino Parodi Colleferro; San Giovanni Addolorata; Cto; ospedale S. Eugenio; ospedale civile di Velletri; ospedale civile di Frascati; ospedale civile di Anzio/Nettuno; San Camillo Forlanini; ospedale Grassi di Ostia; ospedale Pediatrico Bambino Gesù; I.F.O; San Filippo Neri; ospedale S. Andrea; ospedale San Pietro FBF; ospedale S. Spirito; ospedale civile San Paolo di Civitavecchia; policlinico Gemelli; ospedale degli Infermi di Viterbo; ospedale Civile di Rieti; centro trasfusionale di Frosinone; ospedale S.S. Trinità di Sora; ospedale S.M. Goretti di Latina; presidio ospedaliero di Formia

12.50 SACCONI: DONATE IL SANGUE – “Abbiamo invitato alla donazione di sangue, un’opera sempre meritoria, che tutti i cittadini possono compiere”. Lo afferma il ministro del Welfare Maurizio Sacconi dopo la riunione dell’Unità di crisi in seguito al terremoto della notte spiegando che però al momento non c’è una particolare carenza. E al di là della situazione contingente, aggiunge Sacconi, “se alla fine se ne dovesse raccogliere una quantità superiore al fabbisogno, concorrerebbe a una richiesta sempre presente”.

12.35 PRONTI DUE OSPEDALI DA CAMPO –  Entro stasera saranno pronti entro stasera i due ospedali da campo che saranno attrezzati a L’Aquila a piazza D’Armi e nei pressi dell’ospedale San Salvatore. Lo ha confermato il direttore generale della Asl, Roberto Marzetti.

12.25 TERREMOTO, 50 MORTI ACCERTATI – Secondo il ministro Maroni sono oltre 50 i morti accertati

12:22  SAN GREGORIO, 5 MORTI E TRE DISPERSI – E’ di cinque morti compresa una bambina, e di tre dispersi, tra cui una suora, il bilancio dei danni provocati dal terremoto di questa notte a San Gregorio, frazione dell’Aquila. Sono invece tutti salvi i 40 bambini ospiti di una casa famiglia gestita dalle suore. Si sta scavando tra le macerie alla ricerca di una delle religiose, Suor Anna. La bambina morta, residente in Francia, era giunta proprio ieri a San Gregorio insieme ai genitori originari del posto.

12.00 TERREMOTO, ALLE 13 CONFERENZA STAMPA DI BERLUSCONI – Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, insieme al ministro dell’Interno Roberto Maroni e al sottosegretario alla Protezione civile Guido Bertolaso, terrà una conferenza stampa alle 13 presso la scuola sottufficali della Guardia di Finanza dell’Aquila in località Coppito

11.15 TERREMOTO: 40 MORTI E MIGLIAIA DI SFOLLATI

11.10 APPELLO GOVERNATORE CHIODI: DONATE IL SANGUE – A causa dell’emergenza terremoto che ha causato molti feriti, il presidente della Regione Abruzzo, Gianni Chiodi, ha lanciato un appello urgente a tutti i cittadini affinchè compiano un grande gesto di solidarietà recandosi nei presidi ospedalieri della Regione per donare sangue presso i centri trasfusionali.

11.00 TERREMOTO: BILANCIO ORE 11, 31 I MORTI ACCERTATI – Sono al momento 31 le vittime
ufficiali del sisma che stamane ha devastato la citta’ de L’Aquila e del suo hinterland. Numero che, purtroppo, sarebbe ancora destinato a crescere. Tutte le forze dell’ordine, esercito compreso, sono mobilitate a scavare fra le macerie delle numerose abitazioni completamente rase al suolo. Molti gli edifici pubblici danneggiati in citta’. All’ospedale de L’Aquila, intanto, l’andirivieni di ambulanze di tutte le sigle prosegue incessante. Ha reso parzialmente inagibile, il nosocomio del capoluogo di regione che ospita all’esterno dei suoi piazzali moltissimi degenti soprattutto anziani e politraumatizzati. A ritmi ininterrotti il lavoro che sta portando avanti il pronto soccorso. La scena che appare a chi ha la possibilita’ di entrare al San Salvatore e’ quella di un ospedale da campo post bellum.

10.55 TERREMOTO: NAPOLITANO “PROFONDAMENTE COLPITO”, SOLIDARIETA’ – Sentimenti di vicinanza e solidarieta’ al presidente della Regione, al sindaco de L’Aquila e alle altre autorita’ locali sono stati espressi dal Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, “profondamente colpito dalle tragiche notizie relative al terremoto” in Abruzzo e “le cui conseguenze sono ancora in via di doloroso accertamento”. Lo riferisce una nota del Quirinale. Napolitano si mantiene in stretto contatto con il sottosegretario Guido Bertolaso, capo della Protezione civile, che coordina tutte le azioni di soccorso e di assistenza volte a fronteggiare l’emergenza.

10.36 – IL PAPA: PREGO PER I BIMBI MORTI, INCORAGGIO AIUTI  – Benedetto XVI esprime “viva partecipazione al dolore delle care popolazioni” colpite dal terremoto, prega “per le vittime e in particolare per i bambini” e incoraggia sia i superstiti che “quanti in vario modo si prodigano” nei soccorsi. Il Papa ha mandato un telegramma all’arcivescovo dell’Aquila, Giuseppe Molinari. 
 

10:34  DISPERSO ANCHE UNO STUDENTE GRECO – Uno studente greco è dato per disperso in seguito al violento terremoto all’Aquila, secondo quanto ha annunciato il viceministro degli Esteri, Theodoros Kassimis, precisando che si tratta del fratello di una ragazza greca rimasta ferita e ricoverata in ospedale. Secondo la tv statale greca in una corrispondenza dall’ Aquila, lo studente sarebbe stato localizzato sotto le macerie di un edificio, sarebbe vivo e in contatto con i soccorritori.

10.15 TERREMOTO: CAOS ALL’AQUILA, MORTI E VIVI IN STRADA -Centinaia di persone in strada, accampata nelle piazze, nei parcheggi dei supermercati, anche nei campi sportivi. E, purtroppo, anche morti in strada, cadaveri estratti dalle macerie dei palazzi crollati e adagiati in terra coperti da un lenzuolo. Per le strade vagano decine di giovani, vecchi e donne, molti con delle coperte sulle spalle, altri ancora in pigiama; i volti tirati, lo sguardo ancora impaurito dopo la scossa, violentissima, di questa notte. E a rendere ancora più difficile le situazione delle migliaia di sfollati, le continue scosse di assestamento: l’ultima neanche mezz’ora fa che ha fatto crollare diversi cornicioni e tegole. Dalla notte scavano con le mani cittadini e soccorritori e con il passare delle ore stanno convergendo sull’Aquila centinaia di colonne di soccorso. Per le strade, intanto, i cittadini si spostano con valigie e i pochi bagagli che sono riusciti a prendere camminando al centro della strada per evitare eventuali crolli e in provincia, dicono testimoni, ci sono intere frazioni che sarebbero crollate

10.05 TERREMOTO: INGV, PROFONDITÀ SISMA A 8,8 KM – Il sisma che alle 3,32 della scorsa notte ha devastato l’area dell’Aquila ha avuto una profondita di 8,8 km. Lo afferma in un comunicato l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia che conferma la magnitudo di 5.8 della scala Richter. “Le coordinate epicentrali risultano: Lat. 42.33N e Long. 13.33E. – precisa l’Ingv – e il terremoto è caratterizzato da un meccanismo di tipo estensionale, con piani di faglia orientati NW-SE e direzione di estensione NE-SW (anti-appenninica)”. «La scossa – si legge ancora – è stata seguita da decine di repliche, la più forte delle quali è avvenuta alle 4:37 italiane con magnitudo pari a 4.6. Tutte queste scosse sono avvenute a profondità crostali (entro i 10-12 km), tipiche dei terremoti dell’Appennino. Questa circostanza determina un forte risentimento dello scuotimento in area epicentrale». “Tutte le stazioni della Rete Sismica Nazionale dell’INGV hanno rilevato chiaramente le onde sismiche generate dalla scossa principale» continua il comunicato.  Sul sito dell’INGV (http://cnt.rm.ingv.it/~earthquake/index_web_cnt.php) è possibile raccogliere tutte le informazioni sull’evento sismico e sul suo inquadramento nel contesto della sismicità precedente e della classificazione sismica del territorio.

10.00 TERREMOTO: ANCHE MINISTRO MARONI IN PARTENZA PER L’AQUILA – Dopo il Presidente del Consiglio, anche il ministro dell’Interno, Roberto Maroni, ha annullato tutti gli appuntamenti in agenda per oggi ed e’ in partenza per l’Aquila squassata dal terremoto. Lo ha comunicato il Viminale.

9.40 TERREMOTO: ESERCITO GIA’ ALL’OPERA IN ABRUZZO – L’esercito fin dall’inizio dell’emergenza ha affiancato la protezione civile nelle zone colpite dall’evento sismico. Un plotone del 33esimo reggimento ‘Artiglieria’ e’ gia’ operativo a L’Aquila, un nucleo ricognizione dello stesso reggimento sta effettuando attitivita’ ricognitive e di primo intervento a Poggio di Roio. Lo riferisce un comunicato del ministero della Difesa. Anche il sesto reggimento ‘Genio’ di Roma e’ gia’ in ricognizione a L’Aquila. Un elicottero AB 412 e un velivolo DO228 Dornier dell’Aviazione dell’esercito stanno effettuando attivita’ ricognitive sulle zone dell’epicentro sismico, mentre sono pronti su Viterbo due elicotteri CH47 un AB412 e due NH 90, tutti in versione sanitaria.

9.28 TERREMOTO: PROTEZIONE CIVILE, DOBBIAMO FARE IN FRETTA – ”La situazione e’ critica e ci sono centinaia di uomini al lavoro per recuperare quante persone possibili, ma la tempistica e’ fondamentale, dobbiamo fare presto”. Cosi’ Agostino Miotto, dirigente del Dipartimento della Protezione Civile. ”Per questo – ha aggiunto – chiediamo alla cittadinanza di agevolarci e non ostacolare il nostro lavoro: evitiamo di fare fotografie e lasciamo libere le strade per agevolare l’arrivo degli aiuti che stanno venendo da tutta Italia”.

terrremoto abruzzo emmevi9

9.19 TERREMOTO: ALTRA SCOSSA A L’AQUILA – Un’altra scossa di terremoto e’ stata avvertita qualche secondo fa a L’Aquila. Lo sciame sismico va avanti da diverse ore provocando ancor piu’ panico tra la popolazione.

9.02 BERTOLASO E’ ARRIVATO ALL’AQUILA – Il capo della Protezione civile, Guido Bertolaso, e’ arrivato in elicottero a l’Aquila per coordinare le operazioni di soccorso alla popolazione colpita dal grave sisma di questa notte. Due sono i centri operativi della Protezione civile, uno nella sede regionale del dipartimento a l’Aquila e l’altro nel comando provinciale della Guardia di finanza, dove stanno arrivando tutti i soccorsi (tende, cucine da campo, medicinali).

8.50 BERLUSCONI ANNULLA PARTENZA MOSCA E VA A L’AQUILA – Il Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, ha annullato la partenza per Mosca e si sta recando all’Aquila. E’ quanto riferisce Sky

h 8.35  BERLUSCONI, FONDI GIA’ PRONTI PER STATO EMERGENZA
Bertolaso potra’ disporre “di tutti i fondi messi a disposizione”. Lo ha detto da Arcore in diretta televisiva su Sky il Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, in partenza per Mosca, confermando la firma del decreto per lo Stato d’emergenza nazionale. Il premier partira’ comunque per Mosca, anche se e’ in contatto continuo con i suoi
piu’ stretti collaboratori.

h 8.32  IN ABRUZZO 20 MORTI. 5 SONO BAMBINI
E’ salito a 20 morti il numero delle persone morte a cauusa del violento sisma che questa mattina ha colpito l’Abruzzo aquilano. Di questi 5 sono bambini.

h 8.31 BERTOLASO, BERLUSCONI STA PER FIRMARE STATO EMERGENZA –Il Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, sta per firmare il decreto per dichiarare lo stato d’emergenza nazionale con il quale sara’ nominato commissario straordinario del governo il Capo della Protezione Civile, Guido Bertolaso.
Lo ha annunciato poco fa lo stesso Bertolaso che sta per raggiungere l’Aquila.

8.25 CHIUSI TRATTI A24 E A25, DIVIETO TRANSITO TIR 
Chiuse per verifiche tecniche l’A24 Roma – L’Aquila, nel tratto compreso tra Tornimparte e Assergi, in entrambe le direzioni, e l’A25 Roma – Pescara, tra Pratola e Bussi – Popoli, in direzione di Pescara, a seguito del sisma di questa mattina. Per agevolare i soccorsi e’ stato istituito il divieto di transito per i mezzi con massa complessiva superiore alle 7,5 tonnellate sull’A24 tra il bivio A1/A24 e l’Aquila ovest, in direzione di Teramo e sull’A25, nel tratto compreso tra Pratola e Bussi – Popoli, in entrambe le direzioni.  In alternativa la societa’ Autostrade consiglia di utilizzare l’A1 Milano – Napoli per poi proseguire sull’A16 Napoli – Canosa ed infine immettersi sull’A14 Bologna -Taranto. Per coloro che si trovano nei pressi di Bologna e’ consigliato l’utilizzo dell’A14 Bologna – Taranto. Per agevolare i soccorsi, Autostrade per l’Italia invita a non mettersi in viaggio sull’A24 in direzione dell’Aquila e di lasciare le Aree di Servizio Colle Tasso sud, Civita sud e Valle Aterno est e l’area di Parcheggio Roviano sud a disposizione della Protezione Civile per l’accumulo dei mezzi di soccorso. Autostrade per l’Italia invita quanti sono in viaggio, a mantenersi aggiornati sulle condizioni di viabilita’, rimanendo sintonizzati su Isoradio, oppure chiamando il Centro Infoviabilita’, al numero 840 04 2121; notizie aggiornate sono disponibili anche sul sito internet www.autostrade.it. o al numero verde CCISS 1518

terrremoto abruzzo emmevi3

h 8.19 SCUOLE CHIUSE IN ALCUNI COMUNI E PROVINCE A ISERNIA
Scuole chiuse in alcuni comuni della provincia di Isernia tra cui il capoluogo, Venafro e Frosolone. Lo hanno deciso i sindaci in attesa delle verifiche di staticita’ degli edifici scolastici. La scossa, con epicentro L’Aquila, e’ stata avvertita nettamente anche nel Molise. A Isernia numerose famiglie hanno passato la notte in strada.

h 8.05 – LA SCOSSA ERA STATA PREVISTA, E’ POLEMICA
“Prevedo un terremoto”. E l’infausta profezia si e’ avverata. A lanciare l’allarme su un imminente disastroso evento sismico in Abruzzo era stato, una settimana fa, un ricercatore dell’INFN dei Laboratori nazionali del Gran Sasso, Giampaolo Giuliani. E la sua profezia, che ha suscitato il panico tra i cittadini dell’Aquila e di Sulmona -sull’orlo
di una crisi di nervi a causa dallo sciame sismico che da metà febbraio fa tremare la terra in queste zone- gli e’ costata una denuncia per procurato allarme dopo una riunione d’urgenza della Commissione grandi rischi della protezione civile. Le previsioni di Giuliani si basano sull’analisi di un gas (il Randon) sprigionato dalla crosta terrestre; il tecnico ha impiegato due anni per costruire uno strumento in grado di rilevare, osservare e studiare il Randon con l’aiuto di un sismografo che, a causa dell’intenso sciame sismico che ha interessato la zona negli ultimi mesi, ha insospettito lo studioso. E ora e’ polemica, dopo che una settimana fa il sindaco di Sulmona, Fabio Federico, si era scagliato contro le previsioni dell’esperto che si era”prodigato” a impaurire i sulmonesi.

h 8.03 PROTEZIONE CIVILE, ABBIAMO BISOGNO DI STRADE LIBERE
La macchina dei soccorsi e’ pienamente in funzione, l’appello della Protezione civile ai cittadini e’ quello di non intasare le strade e di non improvvisarsi soccorritori: “La popolazione sara’ assistita, nessuno sarà lasciato solo – ha detto Agostino Miozzo, dirigente della Protezione civile -. Chiediamo ai cittadini di aiutarci ad operare, ci servono le strade libere quindi non andate a curiosare, non andate a scattare fotografie in questo momento drammatico. I soccorsi sono coordinati da tutta Italia, non abbiamo bisogno di volontari improvvisati, dell’ultimo minuto”.

terrremoto abruzzo emmevi8

h 8.00 – SCUOLA FINANZA SARA’ QUARTIER GENERALE 
Sara’ la scuola sottufficiali della Guardia di Finanzia di Coppito (l’Aquila) il quartier generale dove confluiranno i mezzi provenienti da fuori citta’. La sala della protezione civile e’ stata invece allestita, almeno per il momento, in uno spazio dell’ex scuola superiore Guglielmo Reiss Romoli. E’ qui infatti che si sono radunate tutte le istituzioni, dal sindaco Cialente alla presidente della  provincia Pezzopane, funzionari e tecnici della protezione civile locale e nazionale. Tra le colonne mobili, anche quelle della polizia di stato. Si e’ intanto appreso che i comuni dove
si sono registrati maggiori danni sono quelli piu’ ad est della citta’: Villa Sant’Angelo, Onna, San Gregorio, Fossa e Paganica. Per quanto riguarda l’ospedale regionale non trova conferma la notizia di una presunta evacuazione. Nel nosocomio, tuttavia, ci sarebbero state cinque, sei vittime.

h 7.59 – 16 LE VITTIME ESTRATTE, 40 I DISPERSI
Sono 16 le vittime finora estratte dalla macerie. Una quarantina i dispersi. I morti: 2 a Fossa, 1 Torniparte, 1 a Poggio Picenze, 5 a Castelnuovo, 4 a L’Aquila (tutti bambini), 1 a Totano e due Villa Sant’Angelo.

h 6.00 TERREMOTO: L’AQUILA E’ UNA CITTA’ DI PROFUGHI 
Gli 80.mila abitanti de L’Aquila sono tutti profughi. La citta’ e’ stata seriamente danneggiata dal terremoto di questa notte che ha distrutto il centro storico. Campanili di chiese crollati, edifici sventrati, palazzi Castello. Sono cominciati ad affluire a L’Aquila i primi mezzi di soccorsso della Protezione civile. Tantissime persone si stanno dedicando in questo momento al salvagattio di anziani rimasti bloccati nelle abitazioni. Si parla di morti la cosa non e’ assolutamente improbabile poiche’ ci sono edifici crollati con la prima scossa. Sui volti delle persone e’ stampato il panico. Gente inebetita avvolte in coperte. Persone che girano con pochissimi indumenti addosso, i pochi abiti che sono riusciti ad arraffare prima di uscire precipitosamente da
casa.

3.46 FORTE SCOSSA AVVERTITA IN ABRUZZO
Anche in Abruzzo, da Pescara all’Aquila, è stata avvertita in nottata una forte scossa, che ha fatto seguito a quelle di ieri sera, di magnitudo 3,9 e alla replica avvenuta dopo la mezzanotte di magnitudo 3,5

terrremoto abruzzo emmevi6
terrremoto abruzzo emmevi7
terremoto abruzzo40

terremoto abruzzo39


Il terremoto sconvolge l’Abruzzo: 92 morti accertatiultima modifica: 2009-04-06T15:32:00+02:00da michelepositano
Reposta per primo quest’articolo

4 pensieri su “Il terremoto sconvolge l’Abruzzo: 92 morti accertati

  1. La solidarietà
    in questo momento terribile
    la lotta contro il tempo…
    contro la forza della natura…
    in difesa della vita
    per salvare una vita…
    l’impegno costante per tutti
    a prendersi cura ogni giorno
    del bene comune dell’uomo…
    A presto, mieleinfuso.

Lascia un commento