Bielorussia, una dittatura sporca di sangue


Alexander Lukashenko

 

 

NESSUNO O POCHI NE PARLANO…!!! Ma si riesce ugualmente a sapere quello che il vostro “Bat’ka” (padre… ma di chi? non si vergogna di fronte all’opinione mondiale a farsi chiamare padre?), che io traduco dittatore-tiranno, Lukashenko sta perpetrando ai danni di tutti i suoi cittadini e in particolare di tutti i suoi oppositori. Conosco bene la Bielorussia e conosco bene i sistemi “polizieschi sovietici” che vengono usati per sopprimere il dissenso, e conosco bene anche i modi “poco gentili” (solo per usare un eufemismo) che la polizia ed i funzionari statali utilizzano, “per ordini superiori”, anche nei confronti dei cittadini UE.

Purtroppo ne ho una diretta esperienza. Scortesia ed arroganza, quando non addirittura malcelate minacce di arresto (!), ovunque…! A cominciare dalla dogana per arrivare all’ultimo ufficio pubblico dell’ultimo “schiavo” pubblico!! Non siamo i benvenuti perchè “spie o delatori” in quanto testimoni di quello che avviene….che da noi si definisce “contrario alla democrazia ed ai diritti umani”. Mi rivolgo ai “consoli onorari” per dire loro che, con tutto il rispetto per le persone in sè, non c’è assolutamente nulla di “onorevole” a rappresentare un dittatore sanguinario, che ha le mani sporche di “suicidi”, in un Paese Democratico con la “D” maiuscola, come l’Italia.

Sappiamo ugualmente come si sono svolte le ultime elezioni presidenziali del 2008, ovviamente a favore del vostro “padre”, con maggioranza “bulgara” e sappiamo anche come è finita per lo sfidante del vostro “padre” Aleksandr Kazulin alle elezioni-plebiscito del 2006….condannato a cinque anni di reclusione!!! Ed uscito dopo due per la promozione di manifestazioni per il rilascio da parte di una “eroina attivista” che corrisponde al nome di YANA PALYAKOVA.

Sappiamo ugualmente, anche se l’indagine è stata chiusa in fretta e furia, che il regime del vostro dittatore ha “suicidato” per l’ennesima volta (tante…troppe morti e “suicidi” sono senza un colpevole o senza un motivo) la fiera e coraggiosa oppositrice YANA PALYAKOVA. Sappiamo ugualmente che quello di YANA PALYAKOVA è un “suicidio” di regime. Che cosa crede Lukashenko, che tutto questo non si sappia e che in Europa passi inosservato? Ma ormai stiamo arrivando alla resa dei conti perchè, soprattutto in questo particolare momento di grave crisi mondiale, è lui che ha bisogno dell’Europa per “sostenere ed alimentare” il suo regime. Il suo “socio e compare” Putin dopo tante “smargiassate” non ha più un centesimo per aiutarlo e lui si sta preparando per “sopravvivere”… a partecipare al summit del “Partenariato per l’Est” del 7 maggio.

Per lui ancora in forte dubbio, perché con le “credenziali” che ha, in “debito di democrazia” come è e con i “partner” internazionali che ha (Venezuela, Azerbaijan, Siria, Cuba e… chi più ne ha più ne metta) crediamo che i leaders europei, come è giusto che sia, lo “lasceranno a riflettere” sui concetti di democrazia e diritti umani.

Finalmente tanti morti saranno vendicati. Finalmente anche tu GRANDE YANA PALYAKOVA avrai la tua rivincita nel Regno dei Cieli. Onore a te e a tutti quelli che si sono immolati per i propri diritti e per quelli dei suoi compatrioti. E tu Bat’ka crepa maledetto, paga i tuoi misfatti e…vai all’inferno fino alla fine dei giorni!!

Bielorussia, una dittatura sporca di sangueultima modifica: 2009-03-30T09:43:21+02:00da michelepositano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento