Addio Bulgarelli, bandiera del Bologna

 

BOLOGNA – Giacomo Bulgarelli è morto giovedì sera a 68 anni dopo una lunga malattia. Era ricoverato in una casa di cura di Bologna, Villa Nigrisoli, per una malattia che lo tormentava da tempo. Lo ha reso noto venerdì mattina il Bologna sul proprio sito internet

Se ne va una gloria del nostro calcio: ha collezionato 392 presenze in Serie A e 43 gol, indossando sempre la maglia felsinea (esordio il 19 aprile 1959 e il 4 maggio 1975). Con lui la squadra emiliana vinse, nel 1964 il settimo scudetto della sua storia, dopo un emozionante spareggio che vide la grande Inter soccombere per 2-0 (che venne dedicato al presidente Renato Dall’Ara, deceduto solo tre giorni prima).

In Nazionale ha giocato 29 partite con 7 reti ed ha partecipato alle sfortunate spedizioni dei Mondiali 1962 in Cile e d’Inghilterra. Era lui il capitano degli azzurri nella celebre partita contro la Corea del Nord, persa 1-0 che eliminò gli italiani nel ’66. 


Giacomo Bulgarelli
di recente

I tifosi ricordano però Bulgarelli anche per la sua brillante carriera da telecronista su TMC (mitiche le partite commentate in coppia con Massimo Caputi), Mediaset, RAI e per la piattaforma televisiva Gioco Calcio nella stagione 2002/2003. E’ stato, fino al 2009, “seconda voce” nelle partite di Serie A e Serie B trasmesse sul digitale terrestre di Mediaset Premium in pay-per-view e assiduo ospite della trasmissione Il Pallone Nel 7 in onda su è-tv.


Addio Bulgarelli, bandiera del Bolognaultima modifica: 2009-02-13T13:05:23+01:00da michelepositano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento