Inchiesta/ La malattia delle giovani? Il sesso. E le ragazze terribili lo usano per comprare la droga

Cover girl 300109

Si chiama Louise Grant ed è una bellissima ragazza. Ha 25 anni ed è già un caso in Gran Bretagna. Uno di quelli destinati a far scalpore nella chicchissima Inghilterra che non ha mancato di arricciare il naso di fronte alle performance della ragazza. Per farla breve Louise è già stata definita la “mangia uomini dal cuore di pietra”. E’ una delle pochissime ragazze, tra quelle che lo ammettono naturalmente, che naviga solo per cercare uomini, abbordarli ed infine portarseli a letto. Eppure, a vederla, non si direbbe che Louise possa avere problemi a trovare qualcuno anche senza usare la “diabolica” rete.

Cos’è che la porta a rimorchiare sul web? “Non so spiegare quello che provo, è come un brivido speciale – ha spiegato la 25enne, intervistata dal settimanale inglese News of the World – è eccitante per me incontrare qualcuno per la prima volta, sapendo che dopo qualche ora sarò nuda con lui. Molte donne dicono che sono una prostituta, ma non lo sono. Io faccio sesso perché mi piace”. Ma sul web non è facile trovare malintenzionati, o peggio contrarre malattie? Per Louise no: li riconosce all’istante.

 

Cover girl 290109

“E’ più rischioso secondo me abbordare in discoteca. Quando io li conosco su internet, ci parlo e mi accorgo se sono dei maniaci o no. E poi insisto sempre per usare il preservativo”. Tutto è iniziato quando, su Facebook, rintracciò il suo ex: i due si videro, cenarono insieme e fecero sesso. “Quando mi svegliai la mattina dopo, mi accorsi di quanto fosse bello salutarlo e dirgli addio senza preoccuparmi di richiamarlo”. Così, dopo la sua notte di passione, Louise si iscrisse ad un sito di appuntamenti, inserendo questo annuncio: “Ciao. Ho scoperto il mio lato perverso e voglio esplorarlo. Se vuoi sapere di più, contattami”. Subito fu bombardata di messaggi e foto, da ragazzi che volevano disperatamente conoscerla. Il resto, è storia.

SESSO IN CAMBIO DI DROGA- Ed il sesso sembra essere la malattia dei giovani di oggi. Tanto da diventare merce di scambio per qualunque cosa. Anche in cambio della droga. Come accade a Perugia. Le chiamano le ragazzine terribili, bimbe di buona famiglia pronte a vendersi per un po’ di fumo o di una cartina di coca.  

 

Cover girl 270109

Perchè le giovanissime l’hashish non lo pagano con i soldi, ma con il sesso. Il meccanismo è semplice, fin troppo: la studentessa si rivolge al pusher che ha poco più della sua età, e pattuisce il prezzo “in natura” della dose. Il pagamento poi avviene di solito sul posto, al riparo dei cespugli che costeggiano le aiuole dei giardini pubblici, o dietro i chioschi delle bibite con le serrande abbassate davanti alla chiesa. “Fast sex”, sesso rapido, si chiama così. Lo scambio fumo o coca-sesso estemporaneo avviene al mattino presto, prima delle otto, quando le ragazzine escono di casa per andare a scuola.

A quell’ora i giovani mercanti di hashish sciamano nei giardinetti davanti ai licei.  Il sesso, quando non avviene velocemente dietro a un albero, si consuma più tardi, in casa del pusher, o in una stanza squallida di un alberghetto. E’ successo pochi giorni fa, quando la polizia ha sorpreso in camera uno spacciatore tunisino, Djabali ben Kamel Tahar, che si intratteneva con una studentessa di 17 anni. Per lei era cominciato tutto come un gioco, ma è finito nel modo peggiore. Lui la ricattava: “Dico ai tuoi che ti fai”. E molte di queste “ragazzine terribili”, prima o poi, finiscono per piombare nell’incubo delle droghe pesanti.

Cover Girl 280108
Inchiesta/ La malattia delle giovani? Il sesso. E le ragazze terribili lo usano per comprare la drogaultima modifica: 2009-02-03T18:12:52+01:00da michelepositano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento