MICHELLE OBAMA E’ INCINTA… Mamma e first lady Usa? Yes she can

Michelle Obama incinta. A Washington non si parla d’altro e in rete la notizia sta rimbalzando con grande entusiasmo. Non si ricordano bebè alla Casa Bianca se non il figlio di Mary, la figlia lesbica dell’ex vicepresidente americano Dick Cheney che nel 2007 diede alla luce un maschietto, Samuel David.

Nursery in arrivo dunque alla Casa Bianca? Come ai tempi di Kennedy, quando Jacky e John decisero di installare una piscina e una casetta su un albero per i loro piccoli Caroline e Jhon Jr. D’altronde Michelle aveva dichiarato, dopo la vittoria del marito, che la sua priorità era fare la Mom in Chief di Sasha e Malia. Aveva già chiesto l’aspettativa non retribuita durante la campagna elettorale al centro medico dell’Università di Chicago dove era vice presidente degli affari esterni e di comunità, e ora ha lasciato il suo incarico per concentrarsi nel nuovo ruolo di first lady.


Il ballo Obama-Michelle

L’arrivo di un figlio per la coppia presidenziale non metterà di certo a rischio il suo ruolo di primo piano. La ministra francese della Giustizia Rachida Dati è tornata al lavoro appena cinque giorni dopo il parto cesareo e ancora, la ministra spagnola della Difesa Carme Chacòn è volata in Afghanistan al settimo mese.


Obama dietro le quinte

Michelle, incinta o meno, sarà comunque “la first lady più influente e attiva ai tempi di Eleanor Roosevelt, ma senza l’ambizione personale e la ruvidezza di Hillary Clinton, piuttosto con la classe e la capacità di inspirare i suoi concittadini che fu di Jacqueline Kennedy”. In Yes she can, Marilisa Palunbo, giornalista di Europa ed esperta di politica statunitense, non ha dubbi. La prima discendente di schiavi a entrare alla Casa Bianca farà storia.

“Moglie innamorata e mamma premurosa, la first lady è una donna moderna che si batte come tante sue coetanee impegnate a conciliare lavoro e famiglia”. La sua carriera è la dimostrazione che si può fare, Yes she can appunto.

Barack non si spiega senza Michelle. “La mia miglior amica da sedici anni, la roccia della famiglia, l’amore della mia vita”. Queste poche parole che Barack gli dedica nella notte della vittoria a Grant Park, racchiudono il senso profondo di questa coppia. Il professionale, freddo e razionale Obama ha conquistato l’America grazie al calore e all’emotività che ha assorbito dalla moglie. “Guardando al suo mix (di Barack, ndr) di profondo ottimismo e pragmatismo, al suo stile dialogante, al desiderio di condividere impegni e obiettivi, alla sua capacità di ascoltare e di coinvolgere amici e avversari – afferma Palumbo nel libro – c’è chi si è spinto a dire che sarà lui il primo Presidente donna degli Stati Uniti d’America”.

Molte polemiche ha sollevato quando dopo la vittoria del marito, Michelle ha dichiarato che la sua priorità era fare la mamma. Ma come, una laureata a Princeton con specializzazione ad Harvard che mette la carriera da parte e si accontenta di fare la brava mogliettina? “Ma molte altre donne l’hanno capita: sono quelle per le quali la vera libertà è scegliere, ad ogni stadio di vita, il ruolo che più ti aggrada. E Michelle ha deciso che il suo desiderio di portare il cambiamento nella società e di risolvere i problemi che le stanno più a cuore – quello delle mamme che lavorano per esempio – è meglio servito restando accanto all’uomo più potente del mondo”. Già si parla di post-femminismo. Michelle epicentro di una rivoluzione culturale al femminile. Il suo messaggio è chiaro: un’altra vita è possibile.


L’insediamento di Obama in immagini

 

MICHELLE OBAMA E’ INCINTA… Mamma e first lady Usa? Yes she canultima modifica: 2009-01-30T09:25:14+01:00da michelepositano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento