Segnali/ Stanco del freddo? Consolati, a Oymyakon in Siberia si arriva a 70 sotto zero

 

Stanchi di tremare a causa delle basse temperature? Ringraziate di essere nati dalle nostre parti e non nel paesino dall’impronunciabile nome di Oymyakon, che si trova in Siberia. E’ infatti noto per essere la località più fredda del mondo…

Un paese al freddo
Avete i brividi quando la lineetta del termometro segna lo zero? Non avete provato nulla.
Nelle zone nei dintorni del fiume Indigirka, l’inverno dura nove mesi e da quelle parti inverno vuol dire temperature intorno ai meno 50 gradi centigradi!!!
Qui, appunto a Oymyakon, è stata toccata nel 1926 la temperatura più bassa mai registrata nella storia, l’incredibile 71,2 gradi sotto zero! Davvero buffo che la traduzione letterale del nome di questo paesino, che oggi conta solo un migliaio di coraggiosi e ben coperti abitanti, significhi “acqua non congelata”. Pare sia davvero  così: nonostante le rigide temperature, l’acqua non si solidifica a causa di calde correnti sotterranee…

Se fuori fa freddo, in casa si fa il possibile per stare al caldo, anzi al più caldo possibile: gli abitanti non si accontentano dei “nostri” 20-25 gradi ma, facendo andare a pieno regime le loro stufe e i loro camini, portano la temperatura interna delle abitazioni sui 30 gradi. Dai 10 strati di abiti per stare all’esterno al costume per stare in soggiorno…

Ma le cose particolari non finiscono qui. Dove sono i bagni? Non in casa ma in giardino, in capanne non riscaldate! Non deve essere piacevole andare a fare i propri bisogni in un contesto nel quale al pesce bastano 30 secondi per congelarsi appena pescato e il latte viene venduto solidificato quasi come fosse formaggio. Insomma, il consiglio è di andare in bagno il meno possibile e il più velocemente possibile…
Condizioni estreme e poco appetibili eppure c’è chi sceglie questa meta a scopo turistico per provare il brivido, anzi “i” brividi, di aver visitato la località più fredda del mondo. Per la gioia dei visitatori in paese non mancano spettacoli, fiere di abbigliamento pesante, corse di renne, gare di pesca e così via… Per chi fosse interessato, esiste un’agenzia, Jacuzia Travel, che propone soggiorni di 9 giorni (8 notti), a partire da 2100 dollari a persona. Un nostro connazionale che ci è stato, Luciano Napoletano, ha raccontato nel suo sito il suo viaggio a Oymyako.

Popoli freddi
Il freddo non sempre è un male. Pare, ad esempio, che faccia bene al sesso
. Se pensate che i popoli più “calienti” siano quelli latini e mediterranei, dove splende sempre il sole, è ora di cambiare idea.
A dirlo non la solita inchiesta tra i vip, ma un recente studio realizzato per capire come cambiano le abitudini sessuali nei diversi Paesi del mondo. L’indagine della Bradley University, condotta su 14mila persone in 48 nazioni, è stata stilata sulla base di sette domande legate al sesso;  sia su questioni pratiche, ad esempio quanti partner si sono avuti nella propria vita, sia teoriche, sul modello  del classicissimo “per lei è accettabile il sesso senza amore?”

Se parliamo di promiscuità, i nordici battono nettamente i mediterranei. I finlandesi sono i più promiscui, mentre i più conservatori sono i bengalesi e gli abitanti dello Zimbawe….
E l’Italia? Il latin lover fa una magra figura perché finiamo al 29esimo posto in questa particolare classifica. E dato che siamo un popolo famoso per vantare conquiste inesistenti e millantare conquiste immaginarie, forse la realtà è anche più negativa di quel che appare…

 

affaritaliani

Segnali/ Stanco del freddo? Consolati, a Oymyakon in Siberia si arriva a 70 sotto zeroultima modifica: 2009-01-26T08:19:29+01:00da michelepositano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento