Kakà, colpo di scena/ Berlusconi annuncia: “Resta al Milan

ORE 23.30 BERLUSCONI: REAL MADRID? NON PENSO PROPRIO

Qualcuno pensa che l’addio del brasiliano sia rinviato a giugno quando scenderà in campo Florentino Perez e il Real Madrid. Ma Silvio Berlusconi a Mediaset Premium non è d’accordo: “Real Madrid? Non penso proprio. Io credo che questo atto d’amore di Kakà farà sì che diventi il simbolo del Milan negli anni a venire. Non penso che l’offerta del Manchester City, in questo senso, sia lontanamente avvicinabile. Con questo gesto, Kakà ha dato una lezione a tutti. Penso che debba essere portato a esempio dei giovani per il messaggio che ha dato con questa decisione, che mette altri valori davanti a quelli economici“.

ORE 23.10 KAKA’ SI AFFACCIA, MOSTRA LA MAGLIA NUMERO 22 E LA LANCIA AI TIFOSI

Kakà si è nuovamente affacciato alla finestra del suo appartamento. Stavolta il sorriso non è tirato ma di gioia, stavolta non teme di comunicare un addio coem due ore prima.  Saluta i tifosi nuovamente tornati sulla strada e sventola la maglia numero 22. Quindi la lancia. A casa sua nel frattempo è arrivato anche un dirigente rossonero suo connazionale, Leonardo.

ORE 22.50 COLPO DI SCENA. INTERVIENE BERLUSCONI: KAKA’ RESTA AL MILAN

“Kakà rinuncia ai soldi e non chiederà l’aumento dell’ingaggio. preferisce restare al Milan. E’ un ragazzo straordinario, eccezionale, l’esempio che deve essere seguito nello sport è un grande uomo. Ha rinunciato ai soldi dicendo che preferisce l’affetto della gente, il Milan, l’amicizia dei suoi compagni. E’ qualcuno che crede in quello che fa”. Lo ha dichiarato il presidente Silvio Berlusconi a Italia 7. Un copo di scena degno del miglior film hollywoodiano che mette la parola fine quando stavano per partire i titoli di coda.

ORE 22.12  IL CITY RILANCIA: CIRCA 20 MILIONI NETTI A KAKA’. AFFARE QUASI FATTO

ll City è determinato a chiudere in poche ore la trattativa e ci sta riuscendo. C’è stato un ulteriore rilancio sull’ingaggio a Kakà: da 15 a circa 19-20 milioni. L’offerta per il Diavolo è di 100 milioni di sterline (circa 108 milioni di euro). C’è chi mormora di un possibile ritocco anche su questo fronte, attorno ai 120 milioni di euro. Manca solo l’ufficialità dell’accordo ma dovrebbe essere questione di 24 al massimo 48 ore.

ORE 21.15. KAKA’ DA L’ADDIO AI TIFOSI

Una cinquantina di tifosi radunati sotto la casa di Ricardo Kakà non hanno smesso di intonare cori a favore del brasiliano. L’ex Pallone d’Oro si è affacciato un paio di volte al balcone per ringraziare e ha salutato i tifosi battendosi la mano sul cuore. Un saluto che sa molto di addio…


Kakà

ORE 19.50 BOSCO LEITE, GALLIANI E IL CITY SI SIEDONO A TRATTARE

Il direttore generale del Manchester City Gary Cook è sbarcato in Italia e si è subitro seduto al tavolo delle trattative con Bosco Leite e Adriano Galliani.

ORE 19.00 I TIFOSI DEL MILAN IN VIA TURATI: NON SI VENDE KAKA’

E’ durata un’ora circa la manifestazione degli ultras rossoneri. “Non si vende Kakà” è stato il coro più gettonato, lo striscione è sulla stessa tendenza: “Una questione di cuore: società non vendere. Kakà non chiedere”. Almeno trecento tifosi sotto le sede di via Turati per chiedere al Milan di rifiutare il brasiliano al Manchester City.

ORE 18.42 UN AMICO DI KAKA’: “E’ A PEZZI”

Il parrucchiere e amico personale di Kakà, dopo aver parlato con lui, confessa a sky:  “E’ pallido, giù di morale, mai visto in condizioni di simile disagio caratteriale. E’ evidente, che si trova in un grosso stato confusionale ed è combattuto tra l’intenzione di rimanere a Milano, dove sente l’affetto della gente e ha tanti amici, e la possibilità di andare via e avere un grande contratto. E’ veramente in crisi”

ORE 18.15 E’ FINITO IL COLLOQUIO DI DUE ORE TRA BOSCO LEITE E GALLIANI

ORE 18.03 Ancelotti: “Nessuna novità sulla vicenda Kakà”

ORE 18.00 KAKA’ PARLA CON HUGHES, MA E’ FREDDO

Secondo quanto fanno sapere alcune fonti vicine al giocatore in queste ore c’è stata una telefonata tra il tecnico del Manchester City Mark Hughes, e Kakà, con Robinho a far da interprete. L’allenatore ha spiegato al brasiliano i suoi programmi e il progetto tecnico. Kakà, pur ascoltando e ringraziando il gallese per la chiamata, sarebbe rimasto sostanzialmente impassibile rimanendo “molto freddo”. Si confermano una volta in più le perplessità del Bambino d’Oro di fronte all’operazione: il giocatore non ne ha mai fatto un problema di soldi e ingaggio…

ORE 16.50 ALBERTINI: RICKY RESTA QUA COME FECI IO…”

“Se fossi Kakà resterei al Milan. Io ho sempre fatto prevalere le ragioni del cuore, la mia carriera lo dimostra, ma non sono Kakà e non voglio giudicarlo”. Firmato Demetrio Albertini, metronomo di lungo corso del centrocampo rossonero e oggi vicepresidente della Figc.

ORE 16.22 TIFOSI IN VIA TURATI

Arrivano i primi tifosi del Milan davanti alla sede del Milan dove è in programma la manifestazione di protesta organizzata dalla Curva Sud contro l’enventuale cessione di Kakà al Manchester City.

ORE 16.02 IL PORTAVOCE DI KAKA’: VOGLIAMO CAPIRE IL PROGETTO DEL CITY, MA SEMBRA CHE ABBIANO I SOLDI PER AVERNE UNO AMBIZIOSO

Diogo Kotschko fa il punto della situazione: “Confermo un incontro tra il papà di Kakà e il Milan per vedere cosa succede. Vogliamo sentire cosa farà la società e vogliamo sentirlo dalla loro bocca. Quindi sottolinea: “Se il Milan vuole aprire una trattativa col Manchester City, allora Kakà prenderà la sua decisione e questa decisione dipende anche dalla squadra che il Manchester City vuole costruire. Visti i soldi che hanno o che si dice che abbiano, possono creare una grande squadra molto in fretta”.

ORE 15.11 BOSCO LEITE ATTENDE GALLIANI

Il padre di Ricardo Kakà, Bosco Leite, in attesa del faccia a faccia con Adriano Galliani spiega: “Ci sono ancora molte cose da chiarire con il Milan”

ORE 15.O5 GALLIANI LASCIA LA VILLA DI ARCORE: TERMINATO IL COLLOQUIO CON BERLUSCONI. E’ DURATO UN’ORA CIRCA

(SEGUE – SACCHI: “MILAN VENDI KAKA’ SOLO SE DEVI FARLO PER BILANCIO”. LE INDISCREZIONI SULL’ASSALTO DEI ROSSONERI A RIBERY)

ORE 15.02 SACCHI: SE IL MILAN VENDE KAKA’ DEVE FARLO PER IL BILANCIO

L’unico motivo che ha il Milan di vendere un giocatore unico come Kaka’ e’ quello del risanamento dei bilanci. Queste le parole dell’ex allenatore rossonero, Arrigo Sacchi, che intervenuto ai microfoni di Gr Parlamento, ha spiegato: ”Il Milan sbaglia se da’ via Kaka’ per comprare 3 o 4 giocatori. Di Kaka’ ce n’e’ uno solo, e’ un fuoriclasse ed e’ un professionista. Se lo vende, il Milan deve farlo per ripianare il bilancio e andare a cercare giocatori in ascesa”.

 ORE 14.10 INCONTRO IN ALBERGO TRA GALLIANI E BOSCO

L’amministratore delegato del Milan Adriano Galliani e il papà di Kakà si incontreranno in un albergo di Milano o della provincia a riparo da occhi indiscreti.

ORE 14.05 I TIFOSI SCRIVONO A KAKA’: “RESTA AL MILAN”

Decine di lettere sono state lasciate nella portineria del palazzo in cui vive Kakà, firmate da tifosi che chiedono al loro idolo brasiliano di non lasciare il Milan per Manchester City.

ORE 13 30, L’AGENTE DI RIBERY: DIFFICILE CHE IL BAYERN MONACO LO VENDA

“Nessun contatto tra Ribery e il Milan”. Alain Migliaccio, agente del francese frena sull’affare, anche se ovviamente in questo momento è normale che il Diavolo non abbia ancora messo la quarta sull’affare. Prima bisogna prendere decisioni su Kakà e per quanto una grande società si muove contemporaneamente tra cessioni e acquisti, questo sembra essere davvero un caso limite. Ad ogni modo, il procuratore, raggiunto da calciomercato.it, ha spiegato: “Conosco molto bene la dirigenza del Milan, ma per Ribery non mi ha chiamato nessuno. Si tratta solo di indiscrezioni e supposizioni”. Al momento la cessione è complicata: “Il Bayern difficilmente venderà Ribery. Franck poi sta molto bene a Monaco, dove ha un ottimo rapporto con Toni”. Difficile anche pensare che, alla luce della vicenda Kakà, ci siano giocatori incedibili…

Ore 13.11 Garrone: “Il calcio semmbra fuori dal mondo con la vicenda Kakà…”

“Quello che si sente in questi giorni su Kakà o altri, in un momento in cui il mondo sta andando male, in cui c’è tanta gente che soffre, molte persone che soffrono per la crisi economica, per la perdita del lavoro, sembra che il mondo del calcio sia un altro pianeta”. Firmato Riccardo Garrone, presidente della Sampdoria.

Ore 12.51 Vertice ad Arcore tra Silvio Berlusconi e Adriano Galliani per discutere del futuro di Kakà

Ore 12.31 In attesa di Kakà, il Manchester City prende Craig Bellamy

L’affare è vicino all’ufficializzazione per 15 milioni di euro al West Ham. Il 29enne attaccante gallese (16 gol in 54 presenze) era inseguito anche dal Tottenham, ma il rifiuto degli Hammers (che, su suggerimento di Zola vorrebbero strappare il viola Osvaldo alla concorrenza) di trattare coi cugini lo ha dirottato alla corte dello sceicco.

Ore 12.15 Galliani lascia via Turati per andare ad Arcore da Berlusconi.

Ore 11.56 Florentino Perez pronto a mettere sul tavolo 80 milioni e Sergio Ramos

Ottanta milioni di euro: Florentino Perez, aspirante candidato alla presidenza del Real Madrid potrebbe arrivare a questa cifra pur di convincere Silvio Berlusconi a lasciare la trattativa con il Manchester City. In realtà l’uomo che creò il mito dei Galacticos satrebbe anche disposto a inserire nell’accordo il difensore Sergio Ramos. Che in via Turati considerano da sempre come l’erede designato di Paolo Maldini.

Ore 11.48 Il padre è arrivato a Milano

E’ arrivato a Milano il padre e procuratore di Kakà, Bosco Leite, in vista dell’incontro con Ariedo Braida e Adriano Galliani che in questo momento sono in via Turati.


Ribery e Kakà

Ore 11.35 Rumors, il Milan offre 35 milioni per Ribery

Come superare senza traumi il possibile addio di Kakà? Comprando campioni che non lo facciano rimpiangere. In tal senso circola da un paio di girni il nome di Frank Ribery, che già due estati fa era entrato nel mirino di Carlo Ancelotti. Trentacinque milioni di euro più il trasferimento definitivo di Massimo Oddo al Bayern: questa l’offerta che il Milan avrebbe fatto per il 25enne fantasista transalpino, secondo quanto riporta Le Parisien. Al giocatore andrebbe un quadriennale di 6,5 milioni di euro a stagione.

Ore 10.20 Alex Ferguson: “Kakà vale 100 milioni? Messi o C.Ronaldo costano di più…”
“Se il brasiliano del Milan viene valutato 100 milioni allora quanto varranno Messi e Cristiano Ronaldo”. Alex Ferguson torna a commentare l’affare legato al brasiliano e aggiunge: “Cristiano è stato eletto miglior giocatore d’Europa e del mondo quindi vale più di 120 milioni?”

Ore 10.01 Damiani: “Offerta del Manchester City è superiore ai 100 mln. Riky però vuole il Real”
“Non è assolutamente tutto fatto, ma se c’è stata una trattativa tra le società e il papà manager del giocatore la trattativa è molto concreta.
Mi risulta che la cifra sia anche superiore ai 100 milioni ipotizzati (nella giornata di domenica erano arrivate dichiarazioni di smentita dello sceicco Mansour, ndr), ma Kakà non sa ancora cosa decidere anche perché penso che lui guardi anche al fatto sportivo, ovvero se il City puo’ diventare subito una grande squadra”. Parola dell’agente Fifa Oscar Damiani, a Radio Anch’io Lo Sport. Che spiega: “Da agente non mi sorprendo di nulla, Kakà è un giocatore intrasferibile e solo con una cifra di questo tipo si può iniziare una trattativa. Può sembrare un fatto immorale ma nel mondo del calcio e dello spettacolo queste cifre sono plausibili. Galliani ha detto giustamente che un’offerta di questo tipo si deve prendere in considerazione”. Damiani non ha dubbi: “Gli arabi non vogliono buttare via i soldi, vogliono prendere un grande campione, se hanno speso 50 milioni per Robinho, allora Kakà vale il doppio perché quest’ultimo ti può cambiare una squadra, insomma questo signore vuole fare grandi cose. Gli interessi vanno al di là delle questioni del tifo”. Il procuratore però ha una precisa convinzione: “Io penso che il Real interverrà e Kakà preferirà il clima di Madrid a quello di Manchester e poi il Milan con quesi soldi potrebbe rinforzarsi più di quanto non lo sia oggi con Kakà”.

09:43 Hughes: “Kakà ora o mai più”
Il tecnico del City spiega, attraverso le pagine del Sun, la posizione del club inglese: “Kakà bisogna prenderlo subito, altrimenti non arriverà mai più”. Hughes è convinto infatti che a giugno si potrebbe inserire nella trattativa anche il Real Madrid e quindi la storia va definita subito…

affaritaliani

Kakà, colpo di scena/ Berlusconi annuncia: “Resta al Milanultima modifica: 2009-01-20T09:02:35+01:00da michelepositano
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Kakà, colpo di scena/ Berlusconi annuncia: “Resta al Milan

Lascia un commento