Salute/ Il carburante per l’auto? Arriva dalla liposuzione

 

Un medico di Los Angeles specializzato in liposuzione ha usato il grasso prelevato dai pazienti come carburante per la sua auto e per quella della fidanzata. Nonostante il consenso dei pazienti, il medico è finito nei guai: in California è infatti illegale usare residui umani per la produzione di carburante.

Il dottor Craig Alan Bittner, proprietario dello studio medico “Beverly Hills Liposculture”, ha spiegato di avere trovato consenso tra i suoi pazienti alla richiesta di usare il grasso prelevato dai loro corpi con “fini ambientali”: “La grande maggioranza dei mie pazienti – ha scritto sul suo sito web – ha acconsentito che il loro grasso fosse usato come carburante. Il fatto di usare i loro eccessi corporei per salvare la Terra suscitava sempre grande entusiasmo”.

Cinque litri di grasso umano, a quanto pare, producono una quantità quasi equivalente di bio-carburante, una volta estratti i trigliceridi che vengono trasformati in diesel. Si tratta di una strada esplorata anche da alcune compagnie che producono pollame.

Bittner, però, oltre ai guai per l’illegalità del procedimento, è stato denunciato anche da tre pazienti per aver usato come assistenti in sala operatoria personale non qualificato (compresa la sua fidanzata). Alcuni interventi, inoltre, sarebbero terminati in modo disastroso per il prelievo di una quantità eccessiva di grasso durante la proceduta di liposuzione.


affari

Salute/ Il carburante per l’auto? Arriva dalla liposuzioneultima modifica: 2008-12-28T08:24:30+01:00da michelepositano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento