Natale a casa vip/ Sgarbi: “Le feste in famiglia mi fanno schifo”. Luxuria: “Io invece sarò a tavola con tutti i parenti”. Ecco come festeggiano le star, da Silvia Rocca a Finardi…

silviarocca2.jpgsilviarocca5.jpgfedericapanicucci3.jpgsilviarocca1.jpgfedericapanicucci00.jpgfedericapanicucci0.jpgfedericapanicucci.jpg

 

 

Natale con i tuoi, Capodanno con chi vuoi”, recita un antico proverbio. Nonostante i secoli passino, le abitudini restano. E così anche tra i vip il Natale si festeggia in famiglia. In Italia, insomma, è quasi una regola, che pochi infrangono. Due nomi su tutti: Vittorio Sgarbi e Silvia Rocca.


Vittorio Sgarbi

“Scusa, ma perché mi chiedi del Natale? Io sono nato l’8 maggio, cosa dovrei festeggiare il 25 dicembre?”. Ironico e sferzante come sempre, Vittorio Sgarbi, sindaco di Salemi, non usa mezzi termini e stronca il Natale inteso come festa famigliare: “Il panettone mi fa schifo (glielo avrà fatto diventare indigesto la Moratti? ndre le feste di Natale in famiglia pure. Quello che mi piace è che siano aperte tutte le Chiese e che si possano vedere un sacco di bei quadri. Io sto cercando di far arrivare a Salemi per il 24 dicembre notte una tela di Rubens molto bella, che proviene da Fermo”, promette Sgarbi, che si terrà quindi ben lontano dai parenti nei giorni di feste.

Così come anche la bella dj Silvia Rocca, protagonista di un sexy calendario 2009, che come Sgarbi non passerà il Natale in famiglia: “Lavorerò in discoteca in quei giorni: il 23 notte sarò a Terni, il 24 a Pescara e il 25 a Termoli. Ovviamente verrà con me il mio nuovo fidanzato australiano, che se stesse a Milano si romperebbe di brutto”, assicura la Rocca.


Silvia Rocca

Vladimir Luxuria

Ma sono le due uniche eccezioni che confermano la regola.
Così persino la trasgressiva Vladimir Luxuria, reduce dalla vittoria all’”Isola dei Famosi”, ammette: “Il Natale per me va festeggiato in famiglia, è l’unico modo per celebrarlo degnamente. E poi dopo aver perso 17 kg l’idea di stare davanti a una tavola imbandita è molto allettante. Non manca mai il panettone, che compro direttamente in una nota pasticceria milanese, e ci sono sempre dei prodotti locali tipici, come le ‘cartellate’, dolci a cerchio a base di pasta sfoglia conditi con il vin cotto o con il miele o le ‘mandorle atterrate’, praticamente unite da una colata di cioccolata fondente”.

A proposito di dolci tipici natalizi: la toscana Federica Panicucci non rinuncia mai ai ricciarelli e i cavallucci (a base di mandorle e anice), al panforte di Siena e al pandoro. E racconta: “Passerò il Natale rigorosamente in famiglia. Abbiamo una serie di riti: il cenone del 24 e l’apertura dei regali da parte dei bimbi il 25 mattina e Santo Stefano a casa della famiglia di mio marito”.


Federica Panicucci

Giampiero Ingrassia

Ugualmente l’attore Giampiero Ingrassia ama celebrare il Natale con la famiglia, e lo fa il 24 sera: “Quest’anno saremo tutti a casa mia: mia moglie, mia figlia Rebecca, mia madre e i parenti. Saremo una quindicina di persone in tutto. Mi piace stare con i famigliari il giorno di Natale, è piacevole scambiarsi i regali, vedere i bambini che scartano i doni con occhi brillanti di gioia e brindare insieme. E al contrario mi rattrista pensare che molti non possono festeggiarlo così”.

Non diversamente il cantante Eugenio Finardi racconta: “Mia madre era americana e da piccolo festeggiavo la vigilia con il tacchino condito con la cranberry sauce insieme alla famiglia. Oggi il mio Natale è quello di un padre moderno, quindi con figli da due madri diverse. La vigilia la passo con la mia attuale compagna originaria di Parma e sua madre, con un classica cena a base di pesce, e il giorno dopo con la prima moglie, i due figli avuti da lei e la figlia avuta dalla seconda moglie, con un pranzo a base di tacchino”.

E ancora: anche l’attrice Maria Amelia Monti festeggia in famiglia, con  un pranzo il 25 dicembre: “Col passare del tempo il pranzo si è molto alleggerito. Quando ero piccola e mia nonna cucinava diverse portate, ma oggi il pranzo si riduce a pochi piatti”.


Daniela Santanché

Marta Marzotto

C’è chi, tra i vip intervistati da Affaritaliani, non perde l’occasione di lanciare un appello agli italiani. È il caso di Daniela Santanché, leader del Movimento per l’Italia: “Non andate all’estero, spendete i vostri soldi in Italia. Bisogna aiutare l’economia domestica”. Che poi racconta: “Come ogni anno festeggio il Natale a Milano a casa mia con i miei fratelli e miei genitori, che vengono da Cuneo. Abbiamo due appuntamenti: il 24 sera e il 25 a pranzo, e il bollito, tipico piatto piemontese, non manca mai”.

D’accordo con la Santanché sull’importanza di preservare l’economia dello Stivale è pure la contessa Marta Marzotto, protagonista dei salotti e della vita sociale milanesi, che assicura: “Quest’anno non ho voluto fare le vacanze di Natale all’estero perché dobbiamo tutti cercare di fare girare i soldi in Italia in questo momento”.


Maurizio Colombi

E c’è chi, a Natale, pensa ai meno fortunati. Come il regista Maurizio Colombi, che ha diretto tra le altre cose “I Gormiti” e “Peter Pan il Musical” e che da oltre 20 anni ha l’usanza di fare un “Vigilia-tour” tra i barboni, un’iniziativa decisamente lodevole: “Ci vediamo con gli amici e si raccolgono circa 200 euro che poi distribuiamo ai bisognosi in giro per Milano”.

E chi non ha più famiglia? Lo abbiamo chiesto a… Babbo Natale in persone. O almeno a chi ne veste i panni, ovvero l’attore Gerardo Paganini, milanese classe 1939, impegnato appunto come Babbo Natale nel “Christmas Show”, il family show giunto al quinto anno di repliche. E che racconta: “Il 25 andrò a pranzo con dei colleghi in un ristorante vicino a Mortara, tenuto dal padre di un nostro amico, dove si mangia bene e c’è atmosfera famigliare”.

affaritaliani

Natale a casa vip/ Sgarbi: “Le feste in famiglia mi fanno schifo”. Luxuria: “Io invece sarò a tavola con tutti i parenti”. Ecco come festeggiano le star, da Silvia Rocca a Finardi…ultima modifica: 2008-12-22T07:36:00+01:00da michelepositano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento