Maltempo/ Roma in tilt, chiesto lo stato di calamità naturale. Un morto

roma20.jpgroma19.jpgroma17.jpgroma15.jpgroma14.jpgroma13.jpgroma12.jpgroma9.jpgroma8.jpgroma7.jpgroma6.jpgroma5.jpgroma4.jpgroma2.jpgroma3.jpgroma1.jpgnevemilano10.jpgnevemilano4.jpgnevemilano5.jpgnevemilano3.jpgnevemilano4.jpgnevemilano1.jpgnevemilano2.jpgneve4.jpgneve5.jpg neve3.jpg

Neve al nord e forti piogge al centro-sud stanno mandando in tilt le città e le strade d’Italia. Smottamenti, allagamenti, alberi caduti, automobilisti in difficoltà da nord a sud. Una donna è morta annegata nella sua auto in una galleria allagata dalla pioggia sulla via Salaria a Monterotondo, in provincia di Roma.


Nubifragio a Roma

ROMA ALLAGATA – Nella capitale durante la notte un violento nubifragio con ripetuti tuoni ha allagato molti tratti delle consolari che portano in città, sottopassi e stazioni. Sono più di trecento gli interventi effettuati dai Vigili del fuoco in citta’ nella notte. Il prefetto e il sindaco di Roma hanno invitato i cittadini a prendere l’auto solo in caso di assoluta necessità.

La neve a Milano

STATO DI CALAMITA’ NATURALE – Il Comune di Roma ha già chiesto alla Regione Lazio di proclamare lo stato di calamità naturale e il presidente della Regione Marrazzo, ha dichiarato che sta lavorando in questo senso. Il presidente della Provincia di Roma, Nicola Zingaretti, ipotizza il malfunzionamento della rete fognaria alla base dei disagi causati dal maltempo nella capitale. – La pioggia che sta cadendo insistentemente da ieri su gran parte della Calabria potrebbe essere all’origine dell’incidente costato la vita a un giovane, alle porte di Catanzaro. Le piogge diffuse e persistenti che hanno interessato ed interessano il nord-est, la Toscana, l’Umbria e il Lazio non risparmieranno, nelle prossime 24 ore, le restanti aree centrali e meridionali del Paese e ancora il nordest.

Ingrossati molti corsi d’acqua tra i quali il Tevere, l’Aniene, l’Arno, l’Ombrone grossetano, il Fiora, la Chiana e l’Ambra. Nel frusinate i fiumi Liri e Fibreno che attraversano la città di Sora hanno esondato in più punti e il sindaco ha disposto la chiusura delle scuole. Nella zona ovest della Ciociaria ad uscire dagli argini è stato il fiume Sacco.

A Frosinone con il fiume Cosa la situazione è comunque difficile ma certamente meno preoccupante. In Toscana, dopo i danni provocati dal maltempo nei giorni scorsi nella fascia settentrionale, nelle province di Lucca, Pistoia, Massa e Prato, con numerose frazioni isolate, ieri sera è stata la volta delle zone nel sud-est della regione. A Firenze, per la pioggia intensa, si è verificato un rapido ingrossamento dei fiumi con il livello idrometrico del fiume Arno che a “Firenze Uffizi” è salito di 2,65 metri passando da 1 a 3,65 metri in un giorno.

E’ quanto emerge da un monitoraggio della Coldiretti. In mattinata l’Anas ha comunicato che nevica abbondantemente su molte strade del Centro-nord, dall’Emilia Romagna alla Val D’Aosta, e piove nel Centro-sud, dall’Abruzzo alla Sicilia. A Venezia acqua alta fino a stasera. Sul Raccordo Anulare di Roma allagamenti nella galleria Appia e presso lo svincolo di Castel Giubileo. Disagi anche sull’autostrada Roma-Fiumicino e ritardi nei collegamenti ferroviari.

 

NEVE AL NORD – Intanto il maltempo non dà tregua: ancora neve al Nord, vento e temporali al Centro-Sud. La protezione civile ha prolungato l’avviso di avverse condizioni meteo. Persistono, infatti, come preannunciato dall`avviso meteo diramato dal Dipartimento della Protezione Civile, le condizioni di marcato maltempo che stanno interessando gran parte del Paese, con piogge abbondanti, neve anche a basse quote al Nord e un generale rinforzo dei venti al Sud e sulle isole maggiori. Restano quindi validi gli inviti della protezione civile alla prudenza e al rispetto delle norme di sicurezza alla guida diffusi in questi giorni.

affaritaliani

Maltempo/ Roma in tilt, chiesto lo stato di calamità naturale. Un mortoultima modifica: 2008-12-12T08:35:44+01:00da michelepositano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento