Ponte/ Tutti in coda per l’Immacolata. Sei milioni di italiani in viaggio

traffico6.jpgtraffico3.jpgtraffico4.jpgtraffico1.jpgtraffico2.jpg piste_sci.jpg

Si parte. Tutti pronti per il ponte dell’Immacolata, che porterà il tradizionale spopolamento delle città con poco più di 6 milioni di italiani che preparano le valigie. Un milione in meno rispetto all’anno scorso, dato che preannuncia il calo delle partenze di Natale.

A rivelarlo sono i dati di Telefono Blu, che danno i numeri dei vacanzieri previsti nelle principali città: 4500 milanesi, almeno 90.000 torinesi , 300.000 romani, oltre 80mila bolognesi, 40mila genovesi e fiorentini, 20mila veneziani. 

E poi: 80mila a Napoli, 40mila a Bari, 20.000 a Palermo e Catania. In 300mila sono quelli che hanno approfittato del passato fine settimana per mete estere e viaggi importanti: torneranno a casa nel pieno del ponte. Il 50 per cento di coloro che partono sceglierà di stare fuori casa almeno 3 notti; il 35 per cento due. Oltre il 74 per cento si muoverà in auto, il 17 in treno e il 9 in aereo (sconti e riduzioni viaggi con i pacchetti a prezzi stracciati).

LE METE PREFERITE – Riguardo alle mete: in testa le località montane, anche se non è previsto il tutto esaurito, e principalmente le Alpi delle regioni del nord seguite dagli appennini Abruzzese e Tosco Emiliano.

Ovunque con un 10 per cento in meno del 2007. Le località marine saranno scelte dal 22 per cento dei villeggianti (tanti i proprietari di seconde case), mentre per le città d’arte partirà il 17 per cento (Roma, Venezia, Firenze, Milano, Napoli e Verona le più gettonate). Discreto anche l’accesso alle frontiere di Francia, Svizzera Austria e Slovenia. Il 50 per cento di chi si muove in auto sceglie la montagna in una località sciistica, mentre il 29 per cento raggiungerà le seconde case, le città d’arte anche in Europa e i parenti. L’11 per cento sceglierà l’estero e il 6 di uscire dal continente (dati allineati allo scorso anno, ma sempre con il calo previsto): crescono Usa e Centro America, mentre cala il Kenya).

LE CAPITALI EUROPEE – Per le capitali europee ancora Parigi ma Barcellona supera Madrid e Londra). Coloro che viaggiano in treno si recano invece nel 68 per cento dei casi da parenti e nelle seconde case, il restante 32 per cento nelle città d’arte. Disponibilità economica media di questi tre giorni di vacanza (alcuni hanno preso le ferie anche i venerdi’) sarà di circa 380 euro (comprensivo di trasporto viaggio alloggio divertimento) un 5 per cento in più dello scorso anno, per un giro di affari di meno di 1,6 miliardi.

BENZINA AI PREZZI DI 10 ANNI FA – Autostrade per l’Italia in collaborazione con i gestori Tamoil annunciano nuovi maxi sconti sui carburanti. Durante il fine settimana dell’Immacolata, dalle 22.00 di venerdì 5 dicembre fino alle 06.00 del 9, nelle isole “self service” di alcune aree di servizio intorno a Roma, Milano e Napoli, sulla rete del Gruppo, benzina e gasolio al prezzo di 1,04 euro al litro, lo stesso di 10 anni fa, 1 euro per i clienti Telepass Premium. Lo rende noto la società Autostrade, precisando che le aree di servizio interessate a questa promozione saranno: Brughiera Est, Brughiera Ovest, Lario Ovest, Frascati Ovest, Masseria Ovest, Arrone Ovest e Mascherone Ovest. Autostrade ricorda che per conoscere l’elenco aggiornato dei servizi e il dettaglio delle agevolazioni per i clienti Premium, sono disponibili il sito www.telepass.it, i Punto Blu e Telepass Point e il numero verde 800269269.

NUOVA PERTURBAZIONE – E intanto è finita la breve tregua concessa dal maltempo che ha tormentato l’Italia nei giorni scorsi: da oggi è prevista sull’Italia una nuova perturbazione di origine atlantica che porterà condizioni di spiccata instabilità in particolare sulle regioni centro-meridionali. Ma sabato pomeriggio la situazione migliorerà

Alla luce delle previsioni disponibili, il dipartimento della Protezione Civile ha emesso un avviso di avverse condizioni meteorologiche valido dalle prime ore della giornata di oggi per le successive 24-36 ore, che prevede precipitazioni diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale di forte intensità, dapprima sul medio alto versante tirrenico, per estendersi poi alle regioni centrali e meridionali del paese.  Alle precipitazioni sarà associato un consistente rinforzo dei venti di libeccio che interesserà gran parte del paese, con rischio di mareggiate sulle coste esposte

affaritaliani

Ponte/ Tutti in coda per l’Immacolata. Sei milioni di italiani in viaggioultima modifica: 2008-12-06T10:02:02+01:00da michelepositano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento