Sesso in piazza/ Da social network erotico all’agenda “intima”, arrivano i siti dove condividere le proprie esperienze a luci rosse

sesso4201.jpgsessouff.jpgsesso21.jpgsesso155.jpg

 coppia_sesso.jpg

 lovers.jpg

sesso01g.jpg

 

Antonio Cassano ha raccontato di aver avuto  600 o 700 donne. Il numero esatto non se lo ricorda. Eppure c’è una bella differenza tra l’una o l’altra cifra, più o meno  paragonabile alla vita sessuale di una decina di persone comuni. Se invece fate parte della schiera dei latin lover incalliti o delle vamp mangiauomini affetti da problemi di memoria che vi impediscono di ricordare le vostre avventure amorose, internet potrebbe esservi d’aiuto. Tenere online una traccia della propria vita sessuale è la prerogativa di molti siti.

L’ultimo in dirittura d’arrivo si chiama Boffery. Progettato da Melissa Gira Grant, scrittrice erotica americana, Boffery si presenta come un vero social network del sesso, in cui gli iscritti potranno raccontare e condividere le proprie esperienze amorose con gli altri. Sarà possibile, alla faccia della discrezione, visualizzare in una mappa a forma di ragnatela le relazioni che legano gli iscritti l’un l’altro. Relazioni a luci rosse, ovviamente. Ma Boffery, che è ancora in fase di testing, non è che l’ultima delle trovate apparse in Rete pensate per catalogare i propri flirt.

Prima era venuto MyBlackBook, che funziona però in maniera diversa: consente di tenere nota dei propri partner e degli incontri intimi, con annessa valutazione della prestazione. I responsabili di MyBlackList ne esaltano l’utilità sociale: archiviare le tresche è un buon modo, a loro detta, per proteggersi dalle malattie sessualmente trasmissibili. Sarà.

Meno “impegnato”, invece è Bedpost: anche qui è possibile prendere nota degli incontri a luci rosse: con chi si è andati a letto, quando,  e come è stato in termini di durata e di prestazione. Scala di voti da 1 a 5, e promessa di massima riservatezza: anche in questo caso, le informazioni non potranno essere condivise con altri.

Insomma, se non volete fare la stessa fine di Cassano, la Rete vi offre alcune soluzioni. A voi decidere se vale la pena di ricordarsi tutto.

AFFARITALIANI

Sesso in piazza/ Da social network erotico all’agenda “intima”, arrivano i siti dove condividere le proprie esperienze a luci rosseultima modifica: 2008-11-29T10:38:50+01:00da michelepositano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento