Ambiente/ Pesticidi in tavola, su 124 grappoli d’uva, solo unp è pulito

 

Sono sempre troppo numerosi i pesticidi presenti nei prodotti ortofrutticoli: su 124 campioni prelevati in Europa solo uno risulta privo di residui chimici, uno francese ne aveva ben 16 mentre tutti i campioni esaminati in Italia risultano contaminati da pesticidi, in misura di 6,6 tipi diversi in media su ogni campione. Lo rivela l’indagine presentata in contemporanea oggi in cinque paesi europei sulla presenza dei pesticidi nell’uva da tavola realizzata dalle organizzazioni del Pesticide action network e da Greenpeace Germania, e nel nostro paese promossa e curata da Legambiente.

L’analisi, che ha coinvolto i supermercati delle catene Coop, Esselunga, Metro, Lidl e Carrefour in sette regioni (Lombardia, Veneto, Liguria, Emilia Romagna, Toscana, Lazio, Campania), nei quali l’uva è stata prelevata nella settimana compresa tra il 9 e il 16 ottobre, permette di confrontare i dati raccolti in Italia, Francia, Olanda, Germania, Ungheria, per un totale di 124 campioni di uva, dei quali 24 prelevati nel nostro paese.

I risultati complessivi (nei 5 paesi) mostrano “un solo campione sui 124 analizzati, privo di residui chimici– segnala Legambiente- due campioni contaminati da un pesticida e 121 campioni con residui di due o più principi chimici tra i quali un’uva francese con ben 16 principi attivi”. Tra questi, 3 campioni sono risultati fuorilegge secondo la normativa attuale. “Sarebbero stati invece ben 37 se questa indagine fosse avvenuta nel 2005- denuncia l’associazione- effetto della famosa ‘armonizzazione’ dei limiti imposti nei diversi paesi che, nei fatti, ha determinato un generale innalzamento dei limiti consentiti”.

Tra le catene dei supermercati coinvolti dall’indagine sui pesticidi dell’uva, “quelle olandesi ottengono i risultati migliori, i tedeschi quelli peggiori e l’Italia si attesta più o meno a metà classifica con luci ed ombre”. Particolare, segnala Legambiente, il caso della catena Lidl, unico supermercato presente, e quindi preso in considerazione dall’indagine in tutti e 5 i paesi, che “mostra una politica di tipo schizofrenico: attenta in alcuni paesi (Germania e Olanda), lassista in altri, tra cui l’Italia dove l’attenzione ai pesticidi risulta evidentemente minore”.
AFFARITALIANI

Ambiente/ Pesticidi in tavola, su 124 grappoli d’uva, solo unp è pulitoultima modifica: 2008-11-27T09:06:25+01:00da michelepositano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento