Rimini/ Clochard bruciato vivo. Quattro giovani indagati

brabone8.jpgbarbone6.jpgbarbone7.jpgbarbone3.jpgbarbone1.jpg

 

barbone5.jpgbarbone2.jpg

 brabone9.jpg

 

 

Hanno confessato i quattro giovani, tutti di età compresa tra i 20 e i 21 anni, fermati dalla polizia per aver dato fuoco ad un clochard mentre riposava su una panchina lo scorso 10 novembre a Rimini. Gli autori del grave fatto sono attualmente in stato di fermo nel carcere di Rimini.

Sono stati arrestati con l’accusa di tentato omicidio: si tratta di Alessandro Bruschi, cameriere; Matteo Pagliarani, che lavora in un laboratorio di analisi; Enrico Giovanardi, elettricista; Fabio Volanti, studente. Gli arrestati sono nati e vivono a Rimini. Secondo quanto è emerso dalle indagini della squadra mobile di Rimini, si è trattato di una “bravata” senza connotazioni di stampo politico o razziale.

I quattro ragazzi sono incensurati e provengono da famiglie senza particolari problemi economici. Dalle intercettazioni effettuate sulle utenze telefonicheè risultato che gli arrestati avrebbero quasi gioito leggendo la cronaca del fatto sui giornali e si sarebbero anche congratulati tra loro. La vittima del tentato omicidio, Andrea Severi, 44 anni tarantino senza fissa dimora è ancora ricoverato al centro grandi ustioni di Padova. Non corre pericolo di vita ma ha riportato ustioni su metà del corpo.

affaritaliani

Rimini/ Clochard bruciato vivo. Quattro giovani indagatiultima modifica: 2008-11-24T19:24:28+01:00da michelepositano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento