Lettera allo psicologo/ Mio figlio guida in modo spericolato. Che cosa devo fare?

Problemi con i figli? Liti con le fidanzate? Difficoltà ad affrontare la vita? A darvi una mano nasce su Affaritaliani.it “Lettere allo psicologo”, la rubrica al servizio dei cittadini tenuta dal dottor Rolando Tavolieri, psicologo clinico e psicodiagnosta del “Centro di sostegno psicologico” di Roma. Per contattare il nostro specialista e avere consigli e aiuto scrivete a: lettereallopsicologo@affaritaliani.it

Gentile Psicologo,

mi chiamo Manuela, ho 39  anni, ho due figli Ugo di 21 anni e Clara di 16. Con il mio ex marito ci siamo separati subito dopo la nascita di Clara, ma per tre volte siamo ritornati insieme e ogni volta la convivenza e durata circa 3 anni. Da due anni siamo definitivamente separati. Il problema che mio figlio, un ragazzo bravo (studioso ora da un anno lavora con responsabilità ) e apparentemente calmo, mi preoccupa molto, perchè alla guida diventa spericolato.
E’ sempre stato così, ha avuto diversi incidenti con la bicicletta, poi con lo scooter ( a 16 anni ha rischiato la vita e l’amputazione di una gamba. ha la patente da due anni e ha capottato 2 volte dopo .Quando vado in auto con lui mi rendo conto che ha una guida troppo aggressiva e che non và bene.
Premetto il padre con lui ha sempre avuto un rapporto molto conflittuale. Lo ammira per il lavoro che fà ma allo stesso tempo non tollera i modi che ha nei suoi confronti perchè il padre è molto irascibile e gli fà anche fare delle figuracce in pubblico. Io sono molto preoccupata perchè ho paura che gli possa accadere qualcosa di grave. Pensavo di portarlo in terapia da uno psicologo, lei che ne pensa?

La ringrazio di cuore.

LA RISPOSTA DELLO PSICOLOGO

Gentile Manuela,

sicuramente quando c’è una separazione o un divorzio in una famiglia, i figli ne subiscono le influenze che possono variare da famiglia a famiglia, a seconda di come i genitori trasmettono o fanno vivere la situazione nuova ai figli. I figli sentono che qualcosa è successo e possono reagire in silenzio, in modo manifesto o inconsciamente attraverso azioni come quelle da lei riferitemi.

Come lei dice Manuela: si è accorta che suo figlio con “la sua apparente calma”, nasconde dentro di sè qualcosa:
– un disagio
– un qualcosa dentro di lui che non ha digerito
– una sensazione che non gli piace
– un malcontento
– forse un “non detto”
o altro ancora.

Ha mai provato Manuela a parlare con lui di questi suoi disagi? Ha un buon dialogo con lui? E con Clara com’è il suo rapporto? Quando erano piccoli lei e suo marito avete rivolto le vostre attenzioni di piu’ a lui o a Clara?
I ragazzi vanno d’accordo tra loro?

Sicuramente Ugo  con la sua andatura veloce in macchina, schiacciando l’acceleratore vuole esprimere qualcosa, forse la sua aggressività, o vuole semplicemente affermare sè stesso, o attirare la sua attenzione su di lei o sul papà. Come vede i significati profondi possono essere tanti celati dietro un semplice “andare veloce” nella guida sino a generare incidenti, e questi significati vanno sentiti, espressi, interpretati per estrarne il significato profondo che il suo ragazzo cela e vuole rivelare a lei o alla sua famiglia.
Sicuramente un colloquio con uno psicologo o psicoterapeuta può essere importantissimo per aiutare il ragazzo a capire cosa accede dentro di lui.

Il fatto che Ugo è in conflitto col papà e che lui gli faccia fare delle brutte figure in pubblico, puo’ generare disagio e aggressività nel ragazzo che poi può sfogare con l’acceleratore.
Dunque abbiamo visto che:
– il ragazzo può essere aggressivo
– tende ad andare troppo veloce in macchina sino a causare
   incidenti
– Ugo è in conflitto col padre
– Il padre gli fà fare brutte figure in pubblico
– Ugo ha una calma apparente
– Il padre è irascibile con lui

Tutto questo comporta un modo di agire di Ugo che denota qualcosa di importante che sicuramente vuole trasmettervi.

Allora un mio consiglio è quello di:

– Parlare col ragazzo di questo, con calma, facendogli capire che gli volete bene, senza usare toni duri o aggressivi con lui

– Proporgli con delicatezza un colloquio con uno psicologo dicendogli che può essere utile capire sè stesso e il perchè della sua guida spericolata, dirgli anche che è una esperienza nuova che gli può trasmettere qualcosa di positivo
– E’ utile Manuela che parli di questo col suo ex marito se ha ancora un buon dialogo con lui, proponendogli che vuole fare qualcosa per il suo ragazzo assieme a lui, e valuti attentamente se è il caso, visto che mi dice che lui è un tipo irascibile.
– La comunicazione col ragazzo e l’Essere Presente con lui devono essere messi al primo posto come aiuto, gl sia sempre vicino e cerchi di aiutarlo, gli faccia sentire che gli è vicino, cerchi di capirlo ma di non essere oppressiva con lui
Sembrano cose difficili, ma sicuramente come madre e come donna sensibile ci riuscirà.


Lettera allo psicologo/ Mio figlio guida in modo spericolato. Che cosa devo fare?ultima modifica: 2008-11-10T09:40:00+01:00da michelepositano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento