Pornoprof/ Madameweb ad Affaritaliani.it: “Sono un esempio per tutti. Il sesso e la trasgressione sono la vita”

 

Madame3.jpgMadame1.jpgmadame420.jpgMadame6.jpgMadame7.jpgMadame4.jpgMadame5.jpgMadame2.jpg 

 

 

 

 

 

 

 

 

Si chiama Anna Ciriani, ma in arte si fa chiamare Madameweb. Fa la docente di Lettere a Pordenone in una scuola media e nella vita pubblica dice di essere irreprensibile. Non indossa abiti succinti né provocanti e mantiene con tutti un atteggiamento distaccato. Ma in quella privata Anna diventa Madameweb e si presenta: “Sono una bella donna, alta 173 cm, capelli lunghi lisci ramati, occhi verdi, denti perfetti. Ho le gambe molto lunghe e un bel culo alto e sodo. Di seno ho una 6a molto soda”.  Ora (per i suoi filmini a luci rosse e mostrati alla Fiera dell’Eros di Berlino), è stata sospesa dal servizio su disposizione del Direttore regionale scolastico.

“Il direttore scolastico regionale del Friuli Veneziaì Giulia Ugo Panetta – si legge in una nota – ha dato disposizione al dirigente scolastico competente, affinchè provveda a sospendere dal servizio l’insegnante del Centro territoriale di San Vito al Tagliamento, i cui comportamenti tenuti fuori dalla sede scolastica, sono risultati gravi ed in contrasto con l’azione educativa”

CHI E’ – Lei dice di cercare “trasgressioni estreme”, nude in public “e situazioni particolari. NON SONO MERCENARIA E NON VOGLIO REGALI!! Cerco persone educate, sane e pulite”. Più altri particolari sessuali che possiamo omettere, pur ammettendo di essere “persona sana e per bene”.

Madameweb è venuta alla ribalta negli ultimi giorni, quando in Rete è apparso un video che la ritrae nuda in pubblico all’ultima edizione di “Venus”, la fiera dell’eros tenutasi a Berlino tra il 18 e 21 ottobre di quest’anno. Lei non si è fatta pregare molto ed è apparsa come mamma l’ha fatta per le strade della capitale tedesca.

Già nota in molti siti per adulti, la pornoprof aveva già fatto scandalo quando cinque anni fa le sue foto nude sparse sul web erano state trovate dai suoi alunni. Che avevano ben pensato di appenderle, debitamente stampate, nei bagni della scuola in cui insegnava. Immaginarsi il putiferio: telefonate, proteste, genitori indignati e il preside decise di far trasferire la bella Anna ai corsi serali per adulti delle 150 ore, in un istituto della provincia.

 

Dopo cinque anni di silenzio mediatico, però, Madameweb è tornata alla ribalta. Quando il video berline è apparso in Rete. Di più: sembra proprio che la sua performance sia stata quantomai apprezzata dai partecipanti alla fiera. Che hanno fatto la fila pur di accarezzarla e toccarla. Immediate le reazioni e polemiche. Un collega della prof ha scritto un post sul blog di Madameweb, segnalandole che la vita privata conta per tutti. Famiglie, scuola, ruolo della docente nei confronti degli alunni.

 

 

Ma Anna ha risposto con forza: “Il mio comportamento a scuola è sempre stato professionale e integerrimo”, sostenendo che il ruolo dell’insegnante sia quello di “garantire una buona preparazione culturale nonché una crescita e maturazione dell’individuo”. Perché, secondo lei, “l’educazione e i valori devono essere trasmessi principalmente dai genitori o dai tutori dei ragazzi. Non possiamo sostituirci – sostiene la pornoprof – a una madre o a un padre e diventare per loro un modello da seguire”.

 


ATTENZIONE! IMMAGINI SCONSIGLIATE
AI MINORI
 

Insomma, nella vita privata ognuno è libero di fare quel che vuole, scrive Madameweb. Che ricorda: “E’ vero, sono una professoressa, ma non è ciò che faccio nel privato che dovrebbe cambiare ciò che sono a scuola e viceversa”. E precisa: “io non pubblico le mie foto ovunque bensì in siti per adulti e vietati ai minori in cui consenzientemente s’incontrano e discutono persone che condividono i propri desideri e le proprie scelte sessuali”. La polemica continua.

Non vuole essere chiamata pornoprof. Per nessun motivo. Anna Ciriani, la professoressa di storia di Pordenone odia questo termine. “Perché io non sono una pornostar, sono una persona normale, una mamma, una moglie un’insegnante che ama il sesso e la trasgressione”.

Allora la chiameremo Madameweb, che è l’appellativo che l’ha resa famosa in tutto il mondo, tanto da essere stata contattata “dalla Cnn come dalla Bbc e da tante altre tv” curiose di raccontare la sua storia-scandalo. Una lunga vicenda che inizia nel 2007 quando Anna e il marito decidono di andare al salone erotico di Berlino.

Anna improvvisa uno strip, gira nuda per le strade, in metropolitana e sull’autobus. Libera. Il marito incarica un amico di girare un video amatoriale e il video finisce subito su internet. Da qui scoppia il caso mediatico. E’ l’inizio della fine del suo insegnamento. Molti genitori si lamentano e lei viene sospesa dall’insegnamento. Ma poi viene riammessa e oggi insegna italiano agli extracomunitari.

Il caso è diventato così popolare che la signora Ciriani ha deciso di girare un documentario (in onda su Sky venerdì sera alle 22.30 nel programma ‘Erotika italiana’). “La Pornoprof – sesso, scuola e videotape” racconta la vita di Anna Ciriani tra famiglia e incontri hot. Una vita al limite. Mamma di giorno, pornostar di notte. Ma non le piace nemmeno questo appellativo. Allora mamma di giorno e sexy-donna di notte. Affaritaliani.it l’ha intervistata per scoprire in anteprima i dettagli del “documentario-film”.

Madame1.jpg

 
 

 

L’INTERVISTA

Qual è il senso di questo documentario? Che cosa vuole dimostrare?
“Il mio è stato un caso seguito in tutto il mondo. Ho voluto raccontare la verità anche attraverso le immagini. Un anno fa sono stata sospesa dall’insegnamento. Non ho più parlato con i giornalisti. Poi ho deciso che la verità doveva venire fuori…”

affaritaliani

Pornoprof/ Madameweb ad Affaritaliani.it: “Sono un esempio per tutti. Il sesso e la trasgressione sono la vita”ultima modifica: 2008-10-31T10:08:38+01:00da michelepositano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento