Focus mercati/ Borse in caduta libera

LA CRONACA DELLA GIORNATA FINANZIARIA

13:45 Wall Street: future sospesi per eccesso di ribasso
Future sospesi a WallStreet per eccesso di ribasso. Il Dow Jones nel prelistino ha perso fino al 6,3% mentre il Nasdaq il 6,8%. Tutti e tre i contratti hanno ceduto il massimo ammissibile prima dell’avvio delle contrattazioni. Il Dow Jones e’ fermo a 8.224 punti, lo Standard & Poor’s a 855,20 punti e il Nasdaq a 1.168,50.

13:32  Crisi, commissione Ue mobilitata per “situazione inusuale”
I servizi della Commissione europea “sono mobilitati” per fronteggiare la crisi finanziaria ed economica che sta colpendo il Vecchio Continente. A sottolinearlo è un portavoce dell’esecutivo europeo che – di fronte al nuovo venerdì nero delle Borse e ai crescenti timori di recessione – parla di “situazione inusuale”.

13:24  Sosteso di nuovo il titolo di Intesa Sanpaolo
Intesa Sanpaolo è stata nuovamente sospesa al ribasso in Piazza Affari. Il titolo segna un calo teorico del 13,56% a 2,54 euro. L’esclusione dagli scambi interessa anche Fiat (-10,39% il calo teorico a 5,67 euro) ed Eni (-9,67% a 14,77 euro il teorico).

13:16  Ocse: “Rischi recessione ampia e prolungata”
Ci vorrà più tempo perché la crisi finanziaria e del credito rientri, e per l’economia reale questo si ripercuoterà con “una recessione più ampia a prolungata”. A lanciare l’allarme è il capo economista dell’Ocse, Klaus Schmidt-Hebbel, con un’intervista all’Observer, anticipata oggi con un comunicato dell’organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico. ‘E’ probabile –
sottolinea – che la ripresa sarà più lenta di quanto è avvenuto con le crisi degli ultimi anni, ma la ripresa dipenderà soprattutto dalla velocità in cui ripartirà il mercato finanziario”.

13:13  Fiat di nuovo sospesa a -11%
Precipita nuovamente il titolo Fiat, sospeso dalle contrattazioni a -11%.

13:09  Europa, a metà seduta Francoforte guida i ribassi
A metà seduta in Europa la piazza di Francoforte guida i ribassi (-8,41% a 4.139 punti), seguita da Amsterdam (-8,40% a 235,82), Parigi (-8,29% a 3.036), Londra (-7,12% a 3.769), Madrid (-6,65% a 8.223) e Zurigo (-6,48% a 5.511).

13:02  A metà seduta Mibtel a -6,27%
Piazza Affari risale dai minimi raggiunti nella mattinata e si presenta al traguardo di metà seduta con il Mibtel in calo del 6,27% a 15.178 punti e lo S&P/Mib del 6,97% a 19.593 punti.

12:55  Berlusconi: “G14 per l’economia”
Seconda giornata in Cina per il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, che in occasione del vertice euroasiatico Asem, ha ribadito la necessità “di dare vita a un G8 allargato, un Super- G14 che in questa fase di violenta crisi finanziaria assuma la governance delle economie mondiali. “Avendo la responsabilità della presidenza del prossimo G8, anche di fronte alla crisi economica che interessa tutti i paesi del mondo, confermo la volontà del G8 di dare vita con continuità ad un G14”.

12:54  Opec: “drammatico collasso prezzi petrolio”
I prezzi del petrolio stanno registrando un “drammatico collasso, senza precedenti in termini di rapidità ed entità” e questi livelli delle quotazioni possono mettere a rischio “molti dei progetti e degli investimenti” necessari per sostenere la domanda dei prossimi anni. E’ quanto si legge nel comunicato, diffuso dall’Opec, al termine del vertice straordinario tenuto a Vienna nel corso del quale il cartello ha deciso di tagliare di 1,5 milioni di barili al giorno la propria produzione. L’Opec si è dato appuntamento al prossimo vertice in programma in Algeria il 17 dicembre spiegando che in quella sede “la decisione potrebbe essere rivista”.

12:43  Mosca, indice Micex sospeso fino a martedì
Un’altra giornata in caduta libera per la borsa di Mosca: l’indice Micex è stato sospeso fino a martedì prossimo, dopo un’apertura in forte ribasso e un primo stop che doveva durare soltanto un’ora nella mattina

12:39  Alle 12:30 il Mibtel cede il 6,74%
Piazza Affari prosegue in forte discesa alle 12.30 con il Mibtel che cede il 6,74%. In discesa anche l’SP MIB (-7,26%), il Midex (-4,70%) e l’All Stars (-4,08%)

12:31  Borsa di Bombay chiude ai minimi degli ultimi tre anni
La borsa di Bombay ha chiuso la seduta in forte ribasso. L’indice di riferimento, il Sensex-30, ha accusato una perdita del 10,96% per concludere al livello più basso degli ultimi tre anni. L’azionario indiano si è allineato alla tempesta che sta interessando tutti i mercati mondiali.

12:27  Borse europee, in tre ore bruciati 414 mld di euro
Venerdì nero per i mercati azionari europei con Francoforte che è arrivata a perdere oltre l’11% e Parigi in picchiata di oltre il 10%. L’indice Dow Jones Eurostoxx 600 ai minimi odierni accusava un tonfo dell’8,54% scivolando sotto quota 200 mandando in fumo ben 414 miliardi di euro di capitalizzazione in appena tre ore di contrattazioni.

12:21  Euribor stabile, a tre mesi fermo al 4,92%
Sono stabili i tassi interbancari denominati in euro: l’Euribor sulla scadenza tre mesi è rimasto fermo al 4,92%. L’euribor a un mese – secondo i dati della European Banking Federation – è invariato al 4,61%, mentre quello a una settimana è sceso di due punti percentuali al 3,92%

12:19  Spagna, disoccupazione a -11,3% livello più alto dal 2004
L’andamento dell’occupazione in Spagna registra, come aveva annunciato ieri il governo, una situazione “molto dura”, confermata dai dati dell’Inchiesta sulla popolazione attiva, diffusi oggi dall’Istituto nazionale di Statistica (Ine). Il numero dei disoccupati è aumentato nel terzo trimestre di 217.200 persone rispetto al trimestre precedente, portando il numero totale dei senza lavoro a quota 2.598.800, pari a un tasso dell’11,33%, rispetto al 10,44% registrato nel trimestre precedente. Si tratta del livello di disoccupazione più alto dal 2004 e indica che, per la prima volta da 14 anni a questa parte, si sta distruggendo impiego

12:13  Eni e Telecom tornano agli scambi
Eni e Telecom sono tornati agli scambi e ora cedono rispettivamente l’8,7% a 14,93 euro e il 7,5% a 0,83. Fra i big del listino restano invece sospese Intesa, Bulgari, Impregilo e Tenaris.

12:11  Cambi, sterlina al minimo record contro l’euro
La sterlina segna un nuovo minimo record contro l’euro scendendo a quota a 81,96 pence. La moneta britannica, inoltre, è arrivata a perdere il 2,5% nel cross con il dollaro che rappresenta il più forte ribasso giornaliero da circa 37 anni, dal 1971, scendendo fin sotto la soglia 1,53 dollari. La sterlina ha infatti toccato un minimo di 1,5269 dollari, scivolando al livello più basso da agosto del 2002.

12:07  Usa, sospeso per eccesso di ribasso il future sullo S&P500
Sospeso per eccesso di ribasso il future sull’S&P500, si attende un’apertura negativa di Wall Street. Anche il future sul Dow Jones perde circa il 6,50%

11:58  Sospesi anche Eni e Telecom, Milano -8%
Si allarga la lista delle sospensioni al ribasso per Piazza Affari. Dopo Intesa Sanpaolo lo stop ha coinvolto anche Telecom, Eni, Tenaris, Luxottica, Bulgari e Impregilo. Piazza Affari cede l’8%.

11:36  Europa a picco, Francoforte (-7,72%) trascina al ribasso
Perdono ulteriori posizioni le borse europee, frenate dai timori sugli utili di fine anno e dal calo delle quotazioni del greggio, che pesa sui titoli del comparto. La più colpita è Francoforte (-7,72%), che vede scivolare il produttore di camion Man (-11,71%) dopo i dati sulle vendite di veicoli industriali in Europa, scese del 4,8%, con punte del -50% in Spagna e del 18% in Italia. Giù anche Infineon (-11,48%), Daimler (-12,59%) e Volkswagen (-10,72%), mentre il colosso dei mutui Hypo Re cede il 10,57% e Bmw il 10,44%. A Milano, Piazza Affari perde il 5,58%, Parigi -7,15%, Londra -6,18%

11:33  Unicredit, non necessari altri interventi sul capitale
Unicredit “non vede la minima ragione per ulteriori azioni sul capitale, nè da parte dei nostri azionisti nè da parte del contribuente italiano”. Lo afferma un portavoce della banca dopo le ipotesi di stampa relative a un’ingresso nel capitale del Tesoro

11:28  Milano -4,97%
Alle 11:15 a Milano l’indice Mibtel cede il 4,97%

11:21  Petrolio sotto i 65 dollari al barile
Il prezzo del petrolio continua a calare sulla scia dei nuovo crolli generalizzati delle borse. Negli scambi dell’after hours sul Nymex, il mercato delle materie prime di new york, i futures in prima scadenza cedono 2,61 dollari, con il barile di west texas intermediate a 65,23. Nel corso degli scambi il Wti ha segnato un minimo a 64,62 dollari. Nel frattempo a londra il barile di brent, il petrolio del mare del nord, cala di 2,29 dollari a quota 63,63.

11:20  Opec taglia produzione del greggio
L’Opec ha deciso di ridurre la produzione petrolifera di 1,5 milioni di barili/giorno (Mbg) a partire dal primo novembre. Lo hanno reso noto fonti delle delegazioni dei paesi membri, a margine della riunione straordinaria che il cartello sta tenendo a Vienna. A fine settembre il ritmo globale di estrazione dell’opec era di 32,16 milioni di barili al giorno a fronte di un vecchio tetto ufficiale di 28,8 milioni

10:45  Mosca, indici in forte rosso. Sospesa Sberbank
Viaggia in rosso la borsa russa sulla scia dell’andamento delle piazze asiatiche ed europee. L’indice Rts (in dollari) perde il 4,39% mentre il Micex (in rubli) cede il 4,66%. Sospeso per eccesso di ribasso il titolo Sberbank che ha lasciato sul terreno oltre il 10%

10:19  Paesi asiatici creano fondo comune anticrisi
Mentre le Borse continuano ad andare a picco in tutto il continente, i governi asiatici si sono riuniti a Pechino ai margini del vertice con l’Europa per concordare delle prime misure comuni. Secondo fonti della delegazione sudcoreana i dieci Paesi del sudest asiatico riuniti nell’Asean insieme a Cina, Giappone e Corea del Sud hanno deciso di creare entro il 2009 un fondo di sicurezza di 80 miliardi di dollari per proteggere le economie della regione dalla crisi. La decisione è stata assunta in una riunione poco prima dell’apertura del summit dell’Asem, tra l’Ue e 16 Paesi asiatici

09:57  Isae: Segnali di contrazione per il credito alle imprese
Sono in aumento le imprese che ritengono peggiorate le condizioni di accesso al credito. Lo segnala l’Isae registrando “moderati segnali di contrazione del credito per le imprese manifatturiere”

09:45 Tonfo dei titoli bancari a Piazza Affari
Particolarmente deboli alla Borsa di Milano i titoli bancari: Intesa -8,5% dopo le  dichiarazioni di Salza secondo cui la banca potrebbe tagliare le cedole piuttosto che chiedere aiuto allo Stato, Unicredit -6,7% sulle voci di un intervento pubblico nel capitale. Male anche gli assicurativi. In calo gli energetici, dopo il calo del greggio, con Eni -5,2%, Saipem -7,1%, Enel -3,8%. Tra le altre blue chip,  Telecom cede il 4,6%, Fiat il 5,5%

09:31  Aso: “Economia giapponese non è in cattive condizioni”
“L’economia giapponese non è in cattive condizioni” nonostante la crisi finanziaria. Lo ha affermato il primo ministro giapponese Taro Aso a Pechino, dove si sta svolgendo un vertice tra leader asiatici ed europei. Il Giappone, ha aggiunto Aso, “è colpito dal rallentamento globale che potrebbe portare a un calo delle esportazioni e a perdite nel mercato finanziario”

09:23  Milano, listino pesante
Appare pesante fin dai primi minuti di contrattazioni la seduta di Piazza Affari. Il Mibtel segna un calo del 4,49% a 15.466 punti e lo S&P/Mib del 5,515% a 19.976 punti

09:09  Piazza Affari parte con un -3,76%
A Milano il Mibtel ha avviato le contrattazioni in ribasso del 3,76%

09:08  I listini europei aprono in netto calo
In avvio di seduta Parigi cede il 5,30%, Francoforte il 5,53%, Madrid il 4,70, Londra -4,55

08:51  Hong Kong perde circa il 7%
Hong Kong ha chiuso in calo di circa il 7%

08:40  Sarkozy convoca vertice Ue
Sarkozy, presidente di turno dell’Unione europea, ha invitato i leader dei 27 a un vertice a Bruxelles il 7 novembre, una settimana prima del summit dei 20 che si terrà a Washington

08:18  Euro ancora giù a 1,2794 dollari e 122,70 yen
L’euro continua a perdere terreno nei confronti di dollaro e yen, toccando in mattinata la quota più bassa dal 2002 sulla valuta nipponica. Alle 14 locali la moneta unica europea viene scambiata a 1,2794 dollari e 122,70 yen contro 1,2912 dollari e 125,06 yen di ieri sera a New York. Ieri mattina a Tokyo l’euro valeva 1,2766 dollari e 123,90 yen. Lo yen si è ulteriormente rafforzato in rapporto al dollaro – a livelli che non si registravano più dal 1995 -, scambiato oggi a 95,94 yen contro 96,86 yen di ieri sera a New York e 97,06 yen di ieri mattina a Tokyo.

08:07  Tokyo chiude a -9,6%
Ancora una seduta in profondo rosso per la Borsa di Tokyo, che chiude gli scambi a -9,6% scendendo sotto quota 8.000 punti per la prima volta dal maggio 2003. L’indice Nikkei sprofonda a 7.649,08 punti, 811,90 in meno della chiusura di ieri

07:35  Tokyo precipita sotto quota 8.000: -7,25%
La borsa di Tokyo precipita sotto quota 8.000 Punti nella seduta pomeridiana. L’indice Nikkei dei 225 titoli guida alle 13.25 Locali (le 6.25 in Italia) ha perso 613,66 punti, pari al 7,25 per cento, posizionandosi a quota 7.847,32 Punti.

07:30  Seul in ribasso del 9% a metà seduta
La Borsa di Seul è in ribasso del 9% a metà seduta, in un mercato nel panico di fronte ai rischi di recessione mondiale.

07:30  La chiusura di Ny e dei mercati europei
La Borsa di New York ha chiuso con il Dow Jones a +2.02% e il Nasdaq a -0,73%. Leggeri rialzi a Parigi e Londra, leggero ribasso a Francoforte. A Piazza Affari il Mibtel ha segnato un lieve calo dello 0,20%. Per il 7 novembre è stato deciso un summit informale di capi di Stato e di governo dell’Unione europea per riscrivere le regole dei mercati finanziari.

Focus mercati/ Borse in caduta liberaultima modifica: 2008-10-24T15:56:59+02:00da michelepositano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento