Milano/ Vallettopoli, Corona: “N Corona: “Non solo giustizia, voglio vendetta”

314214771.jpg1732398931.jpg535577981.jpg481815074.jpg1551412159.jpg1443361409.jpg649656543.jpg1073355491.jpg1443361409.jpg115313324.jpg1098903676.jpg1986035956.jpg1002414876.jpg1524610662.jpg211866516.jpg119405289.jpg1071082353.jpg1866947643.jpg536368741.jpg 686237419.jpg

Non voglio solo essere assolto, voglio anche che chi mi ha ‘sputtanato’ paghi per quello che ha fatto. Non voglio solo giustizia, voglio vendetta”.  Si dichiara “vittima di gelosie” e di un’inchiesta, quella di Potenza, condotta in modo “vergognoso”. Fabrizio Corona, il fotografo finito al centro delle cause su ‘Vallettopoli, ora a giudizio a Milano per una serie di episodi di estorsione e tentata estorsione. Prima di entrare in aula l’imputato ha rilasciato diverse dichiarazioni perchè, dice, “sono fuori di me”.

Fedele anche per oggi al nuovo look, Corona sembra aver ritrovato i toni duri e l’aggressività di un tempo perchè, spiega “mi sono letto tutte le carte del procedimento, soprattutto le intercettazioni, e sono furibondo. C’è gente che davanti a Woodcock ha dichiarato ‘à e poi a Di Maio ha detto ‘b'”.

Tutte cose che, sottolinea più volte Corona, “mi hanno rovinato la vita”. E nel conto ‘negativò il fotografo mette pure il carcere che, afferma “è la peggior scuola che esiste per diventare malavitosi.  Prima di entrare in galera io ero in bravo ragazzo anche se un pò spaccone o guappo, ora sono diverso. Anche tutti gli episodi che mi sono successi, come soldi i falsi o la pistola che mi hanno trovato, sono conseguenze del carcere”.

C’e’ anche una scolaresca ad assistere all’udienza del processo in cui Fabrizio Corona è imputato per estorsione e tentata estorsione ai danni di personaggi del mondo dello sport e dello spettacolo. Gli studenti di una V dell’istituto tecnico Pareto di Milano sono venuti al palazzo di giustizia per una visita guidata accompagnati da alcuni docenti. Quando hanno saputo del processo in corso sono venuti ad assistere all’udienza nella speranza di intravedere qualche personaggio famoso.

 

LA LEZIONE DI REGOLO – Cos’e’ una “paparazzata”, un “ritiro” e un “trappolone”. E’ stata una vera e propria lezione di gossip, la deposizione, durata piu’ di 3 ore, di Luciano Regolo, ex direttore di “Novella 2000”, nel corso dell’udienza del processo sulla ‘Vallettopoli’ milanese, in cui e’ imputato per estorsione Fabrizio Corona. Regolo ha raccontato di come sia diffusa, nel mondo del gossip, da parte di alcuni fotografi, la pratica di vendere ai diretti interessati foto che li ritraggono in situazioni scabrose o compromettenti (il cosiddetto “ritiro”), perche’ non diventino di dominio pubblico. L’ex direttore di “Novella 2000” ha anche spiegato che a volte le situazioni compromettenti sono costruite ad arte: si tratta di vere e proprie “trappole architettate dai paparazzi” per fotografare il vip di turno in situazioni scabrose. Regolo ha anche ricostruito alcuni precisi episodi di ricatti, di cui e’ venuto a conoscenza, e che sarebbero riconducibili a Fabrizio Corona. Tra le vittime del fotografo secondo Regolo, i calciatori Francesco Coco e Stefano Bettarini, Lapo Elkan e il campione di motociclismo Marco Melandri. L’udienza e’ proseguita con la deposizione del direttore di “Oggi” Pino Belleri. Rinviate alla prossima udienza, fissata per il 7 novembre, le audizioni degli altri testimoni previsti per oggi tra cui Simona Ventura.


Milano/ Vallettopoli, Corona: “N Corona: “Non solo giustizia, voglio vendetta”ultima modifica: 2008-10-22T18:18:00+02:00da michelepositano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento