GIA’ QUATTRO I MORTI IN SEGUITO ALL’INCENDIO NELL’ACCIAIERIA THYSSENKRUPP A TORINO. FORZA NUOVA: “SI DIMETTANO I VERTICI DELLA TRIPLICE

 96373ab9f3041efee08e324a3a634dee.gif

Sono già quattro le vittime dell’incendio divampato nella notte tra mercoledì e giovedì alle acciaierie ThyssenKrupp di Torino. Uno degli operai, Roberto Scola, considerato da subito in condizioni disperate, è morto in mattinata. Un altro lavoratore, Angelo Laurino, è deceduto nel pomeriggio, ed in serata è passato a miglior vita anche il giovane bruno Santino di soli 26 anni. Nell’incendio di ieri un suo collega, Antonio Schiavone, 36 anni, era morto sul posto. Altri tre loro colleghi versano in condizioni gravissime. Forza Nuova esprime la sua vicinanza alle famiglie delle vittime. Una tragedia che , però, poteva benissimo essere evitata. Gli operai della ThyssenKrupp hanno – infatti – denunciato di essere spesso costretti a subire turni massacranti. Ad aggravare la loro situazione si è aggiunta la scarsissima sicurezza che accomuna la maggior parte delle fabbriche italiane. I sistemi di sicurezza  – il più delle volte – non vengono utilizzati in quanto rallentano o diminuiscono i tempi di produzione. Una concezione di stampo taylorista che – attraverso il ricatto psicologico legato alla precarietà del lavoro – costringe migliaia di giovani ad accettare impieghi usuranti che non offrono alcuna garanzia di sicurezza. Oggi – in Italia – si stimano a tre al giorno le morti sul lavoro. Ora più che mai il termine utilizzato nel secolo scorso per individuare la classe dirigente aziendale -“i padroni”- è attualissimo. Morire a causa del lavoro significa essere di proprietà di qualcuno e valere quanto o meno di un macchinario. E gli operai di ThyssenKrupp erano considerati, nei fatti, come macchine senza diritti. I veri responsabili di queste morti sono da individuare tra i vertici dei sindacati. I sindacati – ormai – recitano un copione già visto per poi svendere i lavoratori agli interessi economici dei grandi industriali. Paolo Caratossidis, dirigente nazionale di Fn, afferma: “Chiediamo le immediati dimissioni di Epifani, Angeletti e Bonanni  Dove sono i sindacati quando in Italia i lavoratori per campare – male – rischiano o perdono ogni giorno la vita?Quale il loro progetto per il  risanamento degli impianti? Quale intervento concreto per difendere nei fatti la salute e la sicurezza dei lavoratori? .”

GIA’ QUATTRO I MORTI IN SEGUITO ALL’INCENDIO NELL’ACCIAIERIA THYSSENKRUPP A TORINO. FORZA NUOVA: “SI DIMETTANO I VERTICI DELLA TRIPLICEultima modifica: 2007-12-14T06:58:36+01:00da michelepositano
Reposta per primo quest’articolo